Autovelox e controlli semaforici lungo la Circonvallazione di Catania: cosa pensano i cittadini

Autovelox e controlli semaforici lungo la Circonvallazione di Catania: cosa pensano i cittadini

CATANIA – La Circonvallazione di Catania, uno degli snodi viari più trafficati della città etnea, sarà presto monitorata da nuovi autovelox. Il provvedimento, annunciato dall’Amministrazione comunale, mira a migliorare la sicurezza stradale e ridurre il numero di incidenti causati dall’eccesso di velocità.

Negli ultimi anni, la polizia municipale ha registrato un aumento significativo delle infrazioni legate alla velocità eccessiva, che rappresentano una delle principali cause di incidenti gravi e mortali.

La circonvallazione di Catania è stata scenario di diversi incidenti, ricordiamo l’incidente avvenuto lo scorso marzo in cui un’auto ha perso il controllo a causa dell’alta velocità, finendo contro un guardrail. Il sinistro causò la morte del conducente e ferite gravi ai passeggeri. O come il caso della giovane studentessa investita e uccisa nei pressi della Cittadella universitaria.

L’installazione dei nuovi autovelox risponde alla necessità di controllare in modo più efficace il rispetto dei limiti di velocità.



Saranno installati in punti strategici della circonvallazione, selezionati in base a studi di traffico e statistiche sugli incidenti. Gli apparecchi saranno attivi 24 ore su 24 e in grado di rilevare le infrazioni anche in condizioni di scarsa visibilità. Inoltre, saranno collegati a un sistema centrale di monitoraggio che consentirà un controllo in tempo reale.

Cosa ne pensano i cittadini

Ai nostri microfoni sono intervenuti alcuni cittadini per esprimere una propria opinione sull’argomento.

 

 

Articolo a cura di Agata Gamuzza ed Enrico De Pasquale