Succede a Catania e provincia: le operazioni di oggi

Succede a Catania e provincia: le operazioni di oggi

CATANIA – Di seguito le operazioni del giorno effettuate dalla polizia a Catania e provincia.

Anticrimine Oggi

Un arresto delle Volanti

Durante i pattugliamenti notturni per il controllo del territorio, gli agenti della Squadra Volante della Questura di Catania sono intervenuti in Viale Kennedy, nei pressi di un noto stabilimento balneare, in risposta alla segnalazione della presenza di un individuo molesto.

All’arrivo sul luogo, gli agenti hanno prontamente individuato e controllato un giovane che corrispondeva alla descrizione fornita, il quale si è mostrato fin da subito insofferente. Le informazioni personali fornite dal giovane hanno suscitato dei dubbi nei poliziotti sulla loro veridicità.

Durante il controllo, il soggetto ha tentato di allontanarsi, opponendo resistenza quando i poliziotti hanno cercato di fermarlo. Durante la perquisizione è stato trovato in possesso di 4 involucri contenenti cocaina, con un peso totale lordo di 2,20 grammi, oltre alla somma di 60 euro.

Successivamente è stato condotto presso gli uffici della Polizia Scientifica per le procedure di identificazione, risultando essere un 27enne di Niscemi, con precedenti penali, attualmente sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di residenza a Caltanissetta.

Dati gli eventi, il giovane è stato arrestato per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, resistenza a Pubblico Ufficiale e violazione della sorveglianza speciale con obbligo di residenza. Il Pubblico Ministero di turno è stato informato e ha disposto gli arresti domiciliari nella sua abitazione, in attesa della convalida dell’arresto da parte del G.I.P..

Inoltre, il giovane è stato denunciato in stato di libertà per oltraggio a Pubblico Ufficiale e falsa dichiarazione sull’identità personale.

Lo spaccio di droga a San Berillo

La droga è stata scoperta tra le crepe e le fessure dei muri di vecchie abitazioni, ormai abbandonate, grazie al fiuto di Ares, il cane antidroga della Polizia di Stato. I controlli si sono concentrati nel rione San Berillo, dove gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza “Centrale” hanno percorso il quartiere, affrontando situazioni di estremo degrado per contrastare il traffico di droga.

L’operazione è stata condotta con l’ausilio dell’unità cinofila dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura, insieme a una squadra del Reparto Mobile, pronta a intervenire in caso di resistenza da parte dei diversi gruppi di extracomunitari che frequentemente si trovano nelle vie Buda, Bonsignore, Pistone e Delle Finanze, dove sono stati segnalati precedenti episodi di illegalità, principalmente legati allo spaccio di stupefacenti.

Gli spacciatori hanno cercato di nascondere la droga tra i rifiuti accumulati all’interno di un edificio di via Pistone, ma i poliziotti hanno rinvenuto una busta contenente 54 grammi di marijuana. In via Buda, il cane antidroga ha trovato un borsello contenente 83 grammi di hashish e 3,6 grammi di cocaina.

Un’azione mirata è stata condotta in un edificio di via Bonsignore, dove il cane antidroga ha individuato sostanze stupefacenti nascoste a un’altezza considerevole rispetto alla strada. Due agenti del Reparto Mobile hanno recuperato una busta contenente 52,5 grammi e 61 grammi di marijuana. Altre buste contenenti marijuana sono state trovate dietro una lamiera in vico Bonsignore. Tutto il materiale è stato sequestrato.

Ulteriori controlli, coordinati dal Commissariato “Centrale” con il supporto di tre equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine “Sicilia Orientale”, sono stati effettuati in varie zone della città. Sono state identificate 102 persone, di cui 13 con precedenti penali, e controllati 49 autoveicoli e 2 motoveicoli. Durante l’operazione sono state contestate 5 infrazioni e sono scattati un sequestro e un fermo amministrativo.

Irregolarità in bar e ristoranti

Gli agenti della Squadra Amministrativa della Questura di Catania hanno condotto un’azione di controllo in diversi esercizi pubblici, sia in città che in provincia, per verificare il rispetto delle normative vigenti, a tutela della sicurezza e della salute dei cittadini.

I controlli sono stati eseguiti in ottemperanza alle disposizioni impartite con ordinanza dal Questore di Catania, al fine di verificare l’osservanza delle disposizioni di legge relative agli esercizi pubblici sottoposti a licenza o autorizzazione comunale.

L’intervento, inserito nei servizi predisposti dal Questore, ha visto la collaborazione delle sezioni Veterinaria e Igiene Pubblica dell’ASP, del Servizio Prevenzione e Sicurezza del Lavoro (Spresal) e dell’Ispettorato del Lavoro.

Particolare attenzione è stata dedicata alle attività lungo il lungomare di Catania. In via Artale Alagona, gli agenti hanno riscontrato un ampliamento abusivo di un’area destinata alla somministrazione in un esercizio pubblico. Il titolare è stato diffidato a rimuovere lo spazio, utilizzato come deposito alimentare, e sono state impartite prescrizioni per regolarizzare la situazione.

In un altro locale, situato in via Ruggero di Lauria, il personale dell’ASP ha riscontrato l’impossibilità di utilizzare i servizi igienici destinati alle persone con disabilità. I sanitari erano danneggiati, rendendo di fatto impossibile l’accesso ai disabili. Al titolare sono state fornite prescrizioni per il ripristino dei servizi.