Presa alle spalle mentre camminava e poi violentata: arrestato uno straniero per stupro

Presa alle spalle mentre camminava e poi violentata: arrestato uno straniero per stupro

RAGUSA – Nella serata di martedì 6 febbraio, i carabinieri della Stazione di Ragusa Principale, coordinati dalla Procura della Repubblica del capoluogo ibleo, hanno compiuto un’importante operazione che ha portato al fermo di un cittadino extracomunitario. Quest’ultimo è ritenuto responsabile di una grave violenza sessuale avvenuta circa due settimane prima in città, in una mattinata di fine gennaio.

La vittima, una giovane ragazza straniera, stava rientrando a casa dopo una giornata di studi quando è stata aggredita alle spalle da uno sconosciuto. L’aggressore l’aveva dapprima scaraventata a terra e poi tentato di immobilizzarla dopo essersi denudato. Un intervento provvidenziale è stato quello di una passante che, notando la scena e udendo le grida di aiuto della giovane, è intervenuta prontamente, mettendo in fuga l’aggressore.



La ragazza, profondamente scossa dall’accaduto, ha denunciato l’episodio presso il comando dell’Arma nella stessa serata, dopo aver raccontato ai propri familiari quanto era successo. Grazie alle indicazioni fornite dalla vittima, ascoltata in audizione protetta con il supporto di personale specializzato e di una psicologa, e al contributo delle immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza pubblica della città, i carabinieri hanno avviato immediatamente le indagini che hanno portato all’identificazione e al fermo dell’aggressore.

La convalida del fermo, avvenuta questa mattina, ha portato alla reclusione del responsabile nel carcere del capoluogo con l’accusa di violenza sessuale aggravata.