“L’Italia è ferma ma da Catania mi chiamano per processarmi”: continua il caso Gregoretti contro Salvini

“L’Italia è ferma ma da Catania mi chiamano per processarmi”: continua il caso Gregoretti contro Salvini

CATANIA – “C’e’ mezza Italia ferma. Però mi è arrivata la convocazione al Tribunale di Catania per il 4 luglio, queste le parole dette da Matteo Salvini durante una diretta Facebook in cui avrebbe spiegato l’accaduto.

Lo scorso febbraio, infatti, i Senatori della Repubblica Italiana hanno autorizzato il Tribunale dei ministri di Catania a procedere a giudizio nei confronti di Matteo Salvini con l’ipotesi di sequestro di persona per i 131 migranti rimasti per 4 giorni su una nave militare italiana, la Gregoretti, prima di poter sbarcare il 31 luglio successivo al porto di Augusta.

“Quindi – continua il segretario leghista – il 4 luglio sarò a Catania per la prima fase di un processo che mi sembrava incredibile prima del virus, figuratevi ora”.



Il leader leghista sarebbe stato imputato per sequestro di persona e abuso di potere.

Immagine di repertorio