Esame patente, telecamere a forma di bottone e microfoni cuciti nei vestiti: scoperti nuovi “furbetti”

Esame patente, telecamere a forma di bottone e microfoni cuciti nei vestiti: scoperti nuovi “furbetti”

RAGUSA – Nonostante l’originale stratagemma messo a punto per truccare l’esame della patente di guida, sei persone sono state scoperte e denunciate dagli uomini della Polizia Stradale di Ragusa.

Utilizzando un sofisticato strumento audio-video cucito nei vestiti, composto da una telecamera a forma di bottone per t-shirt, nascosta e collegata a uno smartphone con connessione wifi, chiedevano suggerimenti all’esterno per ottenere le risposte esatte durante lo svolgimento degli esami teorici per il rilascio della patente di guida presso gli uffici della Motorizzazione Civile di Ragusa. Gli autori della truffa, quattro stranieri e due italiani, sono stati denunciati all’autorità giudiziaria e la strumentazione è stata posta sotto sequestro.



All’indagine hanno collaborato la direzione provinciale della Motorizzazione Civile di Ragusa e le Scuole Guida. L’attività della Polizia Stradale di Ragusa, che ancora non può dirsi conclusa, sta esaminando altri episodi. Una vicenda analoga era stata scoperta qualche giorno fa a Messina, sempre nel corso degli esami per il conseguimento della patente di guida.