Spacciava davanti due scuole di Catania, in manette un 20enne

Spacciava davanti due scuole di Catania, in manette un 20enne

CATANIA – È finito ai domiciliari un 20enne di origini straniere, sorpreso a spacciare tra i “banchi” di un istituto superiore e di una scuola media del centro di Catania.

Il giovane girava tra i due plessi tra gli orari di entrata e di uscita degli studenti, con in mano un pacchetto di sigarette sospetto e che ha attirato le Autorità.

Droga all’uscita da scuola

Un pacchetto di tabacco sospetto e stupefacenti tra i banchi di scuola: questi gli elementi caratterizzanti la vicenda che ha coinvolto il 20enne e tanti, troppi ragazzi ormai “schiavi” delle sostanze.

Ad attirare l’attenzione degli agenti è stato il modus operandi del giovane pusher, notato più volte in un chiosco situato tra un istituto superiore e ad una scuola media del centro di Catania, proprio all’orario di entrata e di uscita degli studenti.



Le indagini dei carabinieri

È cosi scattata una serie di indagini e pedinamenti che hanno permesso come il ragazzo fosse particolarmente impegnato a trafficare con un pacchetto di sigarette, dal quale però non ne veniva estratta mai una.

Da qui il blitz dei carabinieri che, avvicinatesi al 20enne, hanno richiesto i documenti di quest’ultimo. Documenti tuttavia rifiutati dal soggetto tra balbettii e frasi come “non aveva fatto nulla”, insospettendo ancora di più le Autorità. 

Altre sostanze nascoste in casa

Sospetti confermati dal pacchetto di sigarette incriminato, dove erano nascosti 15 grammi di marijuana. Vista la quantità elevata di dosi, i militari hanno poi deciso di perquisire anche l‘abitazione del pusher dove, nella camera da letto, hanno recuperato 2 bilancini di precisione e altri 250 grammi di marijuana.

Tutto il materiale ritrovato è stato sequestrato e il 20enne è stato sottoposto agli arrestati domiciliari.