Aggressione di Capodanno, sequestrato motociclo: fu utilizzato da uno dei facinorosi

Aggressione di Capodanno, sequestrato motociclo: fu utilizzato da uno dei facinorosi

MESSINA – La polizia metropolitana ieri mattina ha effettuato un sequestro, con relativa confisca, di un motociclo in località villaggio Santo.

L’operazione nasce dallo sviluppo delle indagini maturate a seguito dell’intervento anti falò disposto dalla Questura di Messina lo scorso 31 dicembre a Fondo Fucile, nel corso del quale è rimasto ferito il neo comandante Daniele Lo Presti, quando è stato accertato che uno dei veicoli in uso ai facinorosi autori dei disordini è risultato sprovvisto della prescritta copertura assicurativa oltre che della revisione ministeriale.

Il mezzo risultava già essere stato sottoposto a sequestro il 13 gennaio 2022 da parte dei carabinieri in quanto il conducente, un giovane messinese di 18 anni, era risultato sprovvisto di patente di guida.



Gli operatori della polizia metropolitana hanno contestato al proprietario del mezzo una sanzione di 866 euro per mancanza di copertura assicurativa e di 173 euro per mancata revisione. Il motociclo è stato trasportato in un deposito convenzionato con la locale Prefettura.

Nella stessa giornata altro personale della polizia metropolitana è intervenuto sui colli San Rizzo a causa di alcuni ovini feriti da un presunto attacco di un branco di cani randagi.

In tale circostanza gli operatori hanno allertato il servizio veterinario che ha provveduto a trasportare al Pronto Soccorso veterinario gli animali che sono stati sottoposti a intervento chirurgico.