Catania nel baratro, l’urlo disperato del “Massimino”: “Salvate il club”. Claiton: “Tanta amarezza”

Catania nel baratro, l’urlo disperato del “Massimino”: “Salvate il club”. Claiton: “Tanta amarezza”

CATANIA –Nulla rimanga intentato, il Catania deve essere salvato“, lo hanno chiesto a gran voce i tifosi rossazzurri, fortemente preoccupati per le sorti dello storico club rossazzurro che rischia di sparire definitivamente.

In occasione dell’infausto match di ieri del “Massimino” contro il Picerno conclusosi per 0-1 a favore degli ospiti, i tifosi organizzati presenti in Curva Nord hanno esposto uno striscione eloquente per sollecitare il salvataggio della squadra.


Il Catania, ricordiamo, è stato dichiarato fallito dal Tribunale di Catania il 22 dicembre e l’asta per l’acquisto del ramo sportivo della società di venerdì 11 febbraio è andata deserta.

Giorno 28 febbraio è in scadenza la proroga dell’esercizio provvisorio concesso dal Tribunale di piazza Verga. Oltre quella data, in assenza di un compratore, il club etneo verrà radiato dal campionato e cancellato dal panorama calcistico nazionale.

Noi andiamo avanti finché sarà possibile, sperando di avere qualche notizia sul nostro futuro e sul futuro della società“, ha commentato il difensore etneo Claiton nel post-partita di ieri pomeriggio.

Già da lunedì speriamo di avere qualche novità in più. Nella mia carriera non mi è mai successo di vivere un momento così complicato, ma vivendo il modo in cui i ragazzi se la sono portata avanti è incoraggiante“, ha aggiunto il centrale brasiliano.

Nel nostro cuore c’è tantissima amarezza. Vogliamo sapere – ha aggiunto Claiton – quale sarà il nostro futuro, non abbiamo mai creato alibi. Abbiamo avuto un’ennesima batosta a livello societario“.