5 consigli per arredare la cucina

5 consigli per arredare la cucina

Arredare senza errori è davvero possibile? Siamo sicuri che ognuno di voi, davanti alla scelta dei nuovi mobili e della disposizione della stanza, abbia, almeno per un attimo, pensato di mollare ed affidare il progetto ad un esperto in materia. La cosa più importante, in realtà, soprattutto quando si parla di arredare la nuova cucina, il luogo in cui si trascorre la maggior parte del tempo in famiglia, luogo di condivisione e amore, è quella di far emergere il proprio stile e il proprio gusto, senza badare troppo alle tendenze e ai consigli degli altri. È fondamentale che la cucina sia, per chi vi abita, un luogo caloroso e sicuro, il posto in cui rifugiarsi nel caldo abbraccio delle ricette di famiglia e dei colori che più si amano.

Quello che vogliamo fare oggi è darvi cinque semplici e comodi consigli che vi aiuteranno a trovare la chiave per aprire, finalmente, le porte della cucina che avete sempre sognato.


Dimentica il passato, apriti all’innovazione

Non importa quanto fosse comodo il piano cottura a gas della mamma o quanto tante piccole e scoordinate mensole aiutino a riporre cibi, spezie e utensili da cucina. Per arredare la nuova casa è necessario aprirsi al presente, guardare con curiosità a tutte le novità offerte sia dal mondo degli elettrodomestici, sia da quello dei mobili e delle componenti d’arredo.

I materiali più nuovi resistono meglio all’usura e permettono di dare vita ad un ambiente dinamico, gli elettrodomestici diventano sempre più sensibili allo svolgimento della vita quotidiana. Apriti dunque al futuro, tra un tavolo da pranzo eclettico e un piano cottura a induzione.

Pensa alla cucina, ma senza dimenticare il resto della casa

La cucina non è un mondo a parte che, in quanto tale, deve essere arredata senza rispettare lo stile dell’intera abitazione, ma è una stanza destinata a fondersi con il resto della casa. Seppure in molti casi non comunichi direttamente con il resto della casa, è buona norma utilizzare gli stessi materiali, colori e fantasie: un progetto globale consente di vivere in un ambiente armonioso, piacevole da attraversare.

L’acquisto separato dei mobili è ormai una vecchia abitudine: prediligete un progetto unico da adattare stanza per stanza, rispettando le funzioni e l’estetica di ogni componente d’arredo.

I dettagli non vanno trascurati

Seppure sia giusto concentrarsi sulle componenti d’arredo più imponenti, i dettagli hanno un’importanza enorme, soprattutto per la cura e la rifinitura dell’ambiente. I colori e i materiali vanno scelti con pazienza, ponderando ogni scelta e guardando con attenzione a quale sia l’abbinamento destinato a sposarsi meglio con la cucina, con il gioco di luci che si crea e con il resto della casa.

Per rendere la stanza perfetta, poi, una vasta gamma di accessori arriva in vostro soccorso: faretti, vasi, giare, contenitori, oggetti vintage e tanto altro nascono con l’intenzione di impreziosire l’ambiente, portando con sé, ogni volta che se ne cambia la disposizione, una ventata d’aria fresca.

Attenzione alle novità

Le novità sono sempre le più interessanti: restare aggiornati prima e durante la fase di progettazione consente di ampliare la gamma di scelte a propria disposizione, di scovare dettagli sempre più recenti che possono impreziosire ancor di più un ambiente già intriso di novità.

Rivolgersi ad un progettista

Se neanche questi consigli vi hanno aiutato a capire come iniziare la progettazione della vostra cucina, allora, forse, rivolgersi ad un progettista non è una cattiva idea. Aprendo con lui un dialogo sincero aiuterà a mettere in piedi il progetto dei propri sogni, senza che vi sia il rischio di cadere in errori destinati a rovinare il tutto.