Castello Ursino, il “NO” della Confesercenti Catania alla chiusura totale di Piazza Federico II di Svevia

Castello Ursino, il “NO” della Confesercenti Catania alla chiusura totale di Piazza Federico II di Svevia

CATANIA – Confesercenti Catania, in vista della chiusura di Piazza Federico II di Svevia, portata avanti in maniera imperterrita dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Trantino – dopo vari incontri con i residenti della zona, con i commercianti e con le associazioni di categoria nei quali però non si è mai raggiunto un accordo lineare sul da farsi – ha protocollato nella giornata di ieri una proposta progettuale che prevede la chiusura parziale della zona e solo in delle specifiche fasce orarie. Ad appoggiare pienamente la decisione di Confesercenti Catania anche residenti e commercianti della zona con tanto di raccolta firme.

Le parole del Direttore Provinciale di Confesercenti Catania Francesco Costantino

Non è più tempo di battaglie ideologiche – dichiara il Direttore Provinciale Francesco Costantinoma l’annunciata pedonalizzazione di Piazza Federico II di Svevia senza dubbio pone delle difficoltà pratiche per commercianti e residenti, che indubbiamente necessitano di una maggiore concertazione per una soluzione diversa e che porti ad una graduale pedonalizzazione della piazza”.



L’intervento del presidente di Fiepet Catania Finocchiaro

Sicuramente nel lungo periodo la chiusura della piazza porterà dei benefici alle attività ristorative interessate – aggiunge Andrea Finocchiaro, Presidente di Fiepet Cataniama lo stesso non sarà scontato per le attività commerciali che insistono sulla piazza. Ben venga la pedonalizzazione, ma facciamolo seriamente, gradualmente e senza lasciare indietro nessuno. Abbiamo lavorato ad una proposta concreta e seria che abbiamo già protocollato all’attenzione dell’Amministrazione Comunale, auspicando un incontro urgente per entrare in maniera seria sulla questione per il bene di tutti gli imprenditori interessati“.