Cosa cucinare per l’Epifania: dall’antipasto al secondo, le ricette

Cosa cucinare per l’Epifania: dall’antipasto al secondo, le ricette

SICILIA – Non poteva mancare il menù per lEpifania che tutte le feste porta via. Per l’ultimo giorno di festa abbiamo pensato a ricette semplici e veloci. Di seguito vi proponiamo alcuni piatti da servire ai vostri ospiti per coccolarli ancora un po’.

Antipasti per l’Epifania

Come antipasto abbiamo pensato alle “uova sode ripiene con cubetti di cotto“. Gli ingredienti necessari per questa ricetta sono:

  • 8 uova medie;
  • 100 g circa di yogurt bianco;
  • 120 g di cubetti di cotto;
  • erba cipollina secca;
  • pepe nero;
  • sale.

Preparazione:

Per preparare le uova sode ripiene con cubetti di cotto innanzitutto dovrete cuocere le uova e renderle sode. In un pentolino fate bollire dell’acqua, raggiunto il bollore immergete le uova e e lasciate cuocere per 10 minuti o poco più. Trascorso il tempo levatele dall’acqua e lasciatele raffreddare altrimenti tenderanno a rompersi quando le maneggiate.

Per velocizzare l’operazione potete immergerle in acqua molto fredda. Sgusciatele delicatamente e tagliatele in 2 metà nel senso della lunghezza. Svuotatele dei tuorli e riponeteli in una ciotolina, aggiungete lo yogurt bianco poco alla volta. La quantità di yogurt potrebbe leggermente variare a seconda delle dimensioni delle uova.

Aggiungete il sale e l’erba cipollina e il pepe nero. Mescolate fino a renderli cremosi, aggiungete i cubetti di cotto lasciandone qualcuno per la decorazione e riponete in frigo per una mezz’ora così che si rapprenda.

Con una sacca da pasticcere o semplicemente aiutandovi con un cucchiaino riempite ciascuna metà delle uova e aggiungete gli ultimi cubetti di cotto lasciati da parte. Servite ben fredde le uova sode ripiene con cubetti di cotto.

Il Primo piatto del menù

Come primo piatto vi proponiamo le “pappardelle ai funghi porcini“, gustose e veloci da cucinare. Per questa ricetta bisogna usare i funghi porcini secchi che sprigionano un profumo delicatissimo durante la cottura e va usata la panna da cucina ai funghi ma va benissimo anche quella classica.

Ingredienti per 2 persone:

  • 180 g di pappardelle;
  • 25 g di funghi porcini secchi;
  • 100 ml di panna da cucina ai funghi porcini;
  • 1 spicchio di aglio;
  • 1 dado vegetale o sale;
  • olio evo;
  • prezzemolo .

Preparazione:



Per preparare le pappardelle ai funghi porcini dovrete mettere i funghi porcini secchi in acqua tiepida per almeno 15 minuti, ovviamente leggete sempre le indicazioni sul retro della confezione. Trascorso il tempo, strizzateli con le mani e filtrate l’acqua in cui li avete messi in ammollo usando un colino a maglie molto strette. In una padella fate soffriggere l’aglio con l’olio di oliva e aggiungete i funghi porcini strizzati, fate saltare per un paio di minuti dopodiché aggiungete poco alla volta l’acqua che avete filtrato. In questo modo i funghi tenderanno a insaporirsi ulteriormente durante la cottura. Unite il dado o il sale e continuate per almeno 10-15 minuti fino a che non saranno morbidi.

Infine, unite anche il prezzemolo fresco. Quando saranno cotti spegnete la fiamma ed aggiungete la panna, amalgamate e versate le pappardelle scolate. Mantecate le pappardelle ai funghi porcini delicatamente in modo che raccolgano tutto il condimento e servite.

Il secondo piatto

Come secondo piatto abbiamo scelto lo “spezzatino con patate” che mette d’accordo quasi tutti i palati. Apprezzato sia dagli adulti che dai bambini.

Ingredienti:

  • 500 g di polpa di vitello;
  • 600 g di patate;
  • 30 g di burro;
  • 2 cucchiai circa di olio evo;
  • brodo vegetale (o di carne, se preferite);
  • 1 rametto di rosmarino;
  • 1 cucchiaio raso di farina 00;
  • sale.

Preparazione:

Per preparare lo spezzatino con patate potete usare della polpa di vitello, acquistata dal vostro macellaio di fiducia o tagliarla voi a pezzetti più o meno delle stesse dimensioni. In un tegame fate sciogliere il burro assieme a un cucchiaio di olio e mettete a rosolare lo spezzatino aggiungendo anche il rosmarino. Usate, poi, il brodo vegetale per coprire lo spezzatino nel tegame e lasciatelo cuocere a fiamma bassa per circa 30 minuti girandolo di tanto in tanto.

Nel frattempo pelate le patate, tagliatele a tocchetti e unitele allo spezzatino fino ad ultimare la cottura. Quando lo spezzatino sarà cotto potete unire nel tegame un po’ di farina setacciata, questa consentirà al fondo di cottura di addensarsi e non risultare troppo liquido, così da accompagnare meglio il vostro spezzatino con patate. Vi assicuro che è di una bontà unica, ovviamente potete aggiustare di sale secondo i vostri gusti e aggiungere anche delle foglie di alloro se ne avete, risulterà ancora più saporito.

Il piatto è pronto per essere servito. Buon appetito.

Foto di repertorio