Start up, un catanese inserito nella lista “50 Next”

Start up, un catanese inserito nella lista “50 Next”

Si chiama Corrado Paternò Castello, co-founder ed amministratore della start up “Boniviri”, il giovane catanese inserito nella “50 Next”, la lista dei cinquanta giovani under 35 che stanno cambiando il futuro della gastronomia mondiale.

La classifica, stilata dall’organizzazione “50 Best”, in collaborazione con il Basque culinary center, ha l’obiettivo di far conoscere al mondo la nuova generazione di talenti tra agricoltori, produttori, chef, sommelier, distributori, attivisti, che stanno affrontando con progetti innovativi le sfide del settore agrifood, selezionandoli sulla base di sette categorie: Gamechanging producers, Tech disruptors, Empowering educators, Entrepreneurial creatives, Science innovators, Hospitality pioneers, Trailblazing activists.
Paternò, unico italiano presente nella lista, è stato selezionato nella categoria Gamechanging producers.


Il nostro è un modello di impresa innovativo e sostenibile a livello ambientale e sociale“, afferma Paternò, dicendosi orgoglioso per il riconoscimento ricevuto. “L’obiettivo di Boniviri è quello di creare valore con il cibo, avvicinando il mondo di chi coltiva a quello di chi consuma attraverso la sostenibilità, salvaguardando le piccole aziende agricole di valore, rendendole prospere e sostenibili; sensibilizzando sull’importanza di produrre alimenti il più possibile eco-friendly” conclude il giovane imprenditore.

Oltre a essere una startup innovativa Boniviri è una società benefit e ha chiari obiettivi sociali e ambientali che persegue attraverso il suo modello di business in maniera responsabile e trasparente. Il modello di Boniviri prevede l’acquisto di prodotti di alta qualità, salutari e sostenibili da coltivatori di eccellenza (i “Boniviri“, persone di valore), impegnandoli in un percorso verso obiettivi di sostenibilità comuni e sostenendo la prosperità delle loro aziende agricole. Nel farlo, Boniviri ripensa la filiera e il packaging dei prodotti in ottica eco-friendly e responsabile e azzera l’impronta di carbonio dei prodotti tramite progetti di compensazione.

Obiettivi per i quali è stato assegnato il riconoscimento di “50 Best”.

 

Fonte foto facebook – Boniviri