Almaviva, l’assessore Tamajo chiede al Ministero la proroga della cassa integrazione

Almaviva, l’assessore Tamajo chiede al Ministero la proroga della cassa integrazione

PALERMO – Richiesta una proroga degli ammortizzatori sociali, in scadenza per il prossimo 30 settembre, avanzata dall’Assessore Regionale alle Attività produttive Edy Tamajo al Ministero del Lavoro, nella riunione che ha avuto luogo stamattina, alla quale egli stesso ha presieduto, all’interno della sede dell’assessorato di Palermo, per discutere delle possibili soluzioni riguardanti gli ex operatori del numero nazionale di pubblica utilità 1500.

Esposti da Tamajo i contenuti della nota inviata al Ministero, alla delegazione dei lavoratori, ai sindacati e ai rappresentanti degli assessorati dell’Agricoltura e del Lavoro che hanno preso parte all’incontro.



Dalla sottoscrizione dell’accordo quadro al Mimit, avvenuta in data 19 dicembre 2023 ad oggi – come riporta la nota – si rileva che sono stati compiuti pochi passi concreti verso il raggiungimento degli obiettivi prefissati. Nonostante gli sforzi compiuti dalle parti coinvolte, il progresso verso la stabilizzazione dei lavoratori e la risoluzione delle problematiche aziendali è stato poco significativo“.

Pertanto, considerata l’urgenza e la necessità di garantire la continuità del sostegno economico – si legge ancora nella lettera – si richiede formalmente una proroga della cassa integrazione straordinaria per i dipendenti di Almaviva. Questa proroga risulta essenziale per evitare un ulteriore deterioramento della situazione sociale dei lavoratori e delle loro famiglie, nonché per permettere l’implementazione completa delle azioni previste dall’accordo quadro e il raggiungimento degli obiettivi prefissati“.