Cosa sappiamo sul bonus da 300 euro di Shein

Cosa sappiamo sul bonus da 300 euro di Shein

Inviti su WhatsApp, pagine Instagram intasate e tiktoker che promettono bonus da spendere su Shein, l’e-commerce di moda che negli ultimi giorni ha spopolato ancor di più sul web per via della “promozione” che offre agli utenti permettendo di vincere fino a 300 euro da poter spendere nella piattaforma online.

Che sia una verità o una semplice trovata di marketing questo è tutto da scoprire. Ecco cosa sappiamo al momento sui fatidici 300 euro di Shein.

Cosa sappiamo sul bonus da 300 euro di Shein

Sul sito cinese è attualmente possibile partecipare ad un contest che, tramite la condivisione dell’app ad altri utenti, permetterebbe ai fortunati di vincere l’ambita somma. Il “format” chiamato Magic Draw Game, come un vero e proprio gioco d’azzardo, invita i fruitori a girare delle carte in cerca di cristalli. Cristalli che, arrivati a 500, serviranno per ricevere i premi.

Una volta conclusa l’estrazione delle carte che non culmina quasi mai con la vincita diretta dei coupon, si passa alla fase successiva dove il giocatore deve condividere l’app ad amici e parenti così da raccogliere i cristalli necessari.

Gli inviti però per essere validi devono obbligatoriamente essere mandati a profili nuovi che dunque restringono il campo delle possibilità di vincita, che a sua volta si abbassano ulteriormente poiché, come dichiarato nelle stesse normative di Shein,i vincitori vengono selezionati con un sorteggio casuale computerizzato.

Le truffe sul web

Quest’estate l’app era già finita al centro dell’attenzione per dei coupon falsi che promettendo sconti di 20 o addirittura 500 euro, avevano “ingannato” una fetta di utenti. Tramite pubblicità su piattaforme social o catene di messaggi su WhatsApp, si veniva condotti ad un sito web fittizio che emulava quello ufficiale di Shein.

Gli utenti caduti nella trappola avrebbero visto i propri dati personali, tra cui le informazioni della carta di credito, venire rubati dai truffatori online. Il sito aveva poi risposto di fronte alla truffa negando ogni connessione tra Shein e le frodi online e prendendone completamente le distanze.

La stessa azienda aveva pubblicato un comunicato in cui si dissociava da quanto stava accadendo online.

CARI CLIENTI AVVERTIMENTO SULLA TRUFFA DI CARTE REGALO FALSE IN CIRCOLAZIONE SUI SOCIAL Si prega di notare che:

1. SHEIN ti contatterà solo tramite gli account ufficiali come @sheinofficial o @shein_it o domini e-mail ufficiali che terminano con @shein.com o @sheingroup.com

2. Non richiederemo MAI il pagamento tramite un’app di pagamento mobile. Se ti viene chiesto di pagare per partecipare, fai attenzione e non condividere i tuoi dati.

3. Non abbiate fretta: cercate segnali di phishing e verificate l’identità del mittente. Se ritieni di essere stato vittima di una tale truffa, contatta il nostro servizio clienti al più presto tramite l’APP SHEIN o su it.shein.com“.


Insomma, che si tratti di una truffa anche questa volta non possiamo dirlo ma che le possibilità di vincere siano bassissime questo possiamo assodarlo.

I pericoli del fast fashion

Tutta l’euforia delle ultime settimane non riesce però a nascondere le pile di vestiti inutilizzati ed inquinanti che il fast-fashion si porta dietro e che compromettono la sostenibilità del proprio pianeta. Siti che puntano a cavalcare l’onda della moda e a produrre a quantità industriale vestiti dalla qualità dubbia e che visti i bassi prezzi incoraggiano inconsciamente i consumatori a fare acquisti più frequentemente.

Di conseguenza, se da un lato i fornitori si arricchiscono a dismisura, dall’altro i vestiti in eccesso e quelli fuori moda tendono a finire nelle discariche e di questo ne piange il Pianeta Blu che ormai di “blu” ha ben poco, ricoperto dalle tonnellate di immondizia.

Articolo di Santo Romeo