Tragedia A18, famiglia originaria del Catanese: Noà insanguinato sull’asfalto, Fabio morto in auto

Tragedia A18, famiglia originaria del Catanese: Noà insanguinato sull’asfalto, Fabio morto in auto

CATANIA – Era originaria di Piedimonte Etneo (Catania), ma residente a Gaggi (Messina), la famiglia coinvolta nel terribile incidente stradale verificatosi la scorsa sera lungo la A18 Messina-Catania, tra Fiumefreddo di Sicilia e Giardini Naxos.

A perdere la vita sul colpo è stato Fabio Previtera, 14 anni; poco dopo, giunto all’ospedale Cannizzaro di Catania, è spirato anche il padre, Santo Previtera – 48 anni – lavoratore nel settore alberghiero a Taormina.


La dinamica di quanto accaduto è ancora al vaglio degli inquirenti: la famiglia viaggiava a bordo di una Volkswagen Polo – in direzione Messina – quando per cause ancora in corso di accertamento, sarebbe finita fuori strada, finendo violentemente la sua corsa contro il guardrail. Oltre al padre e al figlio Fabio, nell’utilitaria viaggiavano anche la moglie del 48enne e altri tre figli. Il più piccolo, Noà – di soli 3 anni – sarebbe il più grave. Gli altri tre feriti, invece, sarebbero fuori pericolo.

Nonostante la corsa in ospedale, per Santo Previtera non ci sarebbe stato nulla da fare. La moglie e i tre figlioletti si trovano ricoverati nei nosocomi di Taormina, Garibaldi Nesima e Policlinico-San Marco di Catania.

Nel sinistro – anche se pare sia stato ormai accertato si sia trattato di un incidente autonomo – è rimasta coinvolta anche una Fiat Punto, le cui persone a bordo sarebbero rimaste fortunatamente illese ma inevitabilmente sotto shock per quanto accaduto.

A Gaggi è stato indetto il lutto cittadino.

La famiglia pare stesse tornando a casa dopo aver partecipato al matrimonio di un parente tenutosi a Castiglione di Sicilia.

Sul cadavere dell’uomo – conducente del mezzo – saranno effettuati i dovuti esami tossicologici. Intanto dettagli raccapriccianti emergono col trascorrere delle ore: Noà, il più piccolo dei figli, sarebbe “volatofuori dal finestrino dell’auto – a seguito del violento impatto – finendo sull’asfalto. Fabio, invece, 14 anni, sarebbe morto sul colpo: i soccorritori lo hanno ritrovato privo di vita con ancora allacciata la cintura di sicurezza.

Una tragedia che ha distrutto una intera famiglia, e che ha spezzato i cuori di molti.