Trentamila presenze alla Fiera del Mediterraneo per “Palermo Food Fest”

Trentamila presenze alla Fiera del Mediterraneo per “Palermo Food Fest”

PALERMO – Per 9 giorni è stata punto d’incontro di buongustai, gourmet ed esperti del gusto, occasione per fare il giro del mondo a suon di pietanze: la Fiera del Mediterraneo, che ha accolto più di trentamila visitatori, ha registrato un altro successo con la 1° edizione di “Palermo Food Fest” organizzata da Medifiere. Dal 5 al 13 settembre la Fiera si è animata di colori, gusti e sapori. La varietà degli stand, la bella atmosfera e i profumi di tutto il mondo sono stati i protagonisti dell’evento. Trenta Paesi del mondo hanno proposto le loro pietanze e fatto conoscere le loro culture. Ed ecco che dallo stand greco dove si poteva assaggiare l’insalata con lo yogurt, dopo due passi, si arrivava allo stand israeliano dove c’era il couscous “Ptitim”. E ancora il “Bibimbap”, il famoso riso con verdure e carne bovina, piatto tipico della Corea e il “meso”, la carne che può essere considerata la regina suprema dei piatti serbi. E accanto a tante prelibatezze esotiche, le nostre arancine, il panino con la milza, le panelle, tutto lo street food palermitano che racconta la storia e la tradizione della nostra terra.

Obiettivo della manifestazione, pienamente raggiunto, era quello di promuovere le eccellenze produttive siciliane attraverso un’importante vetrina internazionale. Letteralmente a ruba sono andati i piatti preparati dalle sapienti mani dei master chef dell’International Cooking Tradition, diretti e coordinati da Massimo Giambelluca, direttore artistico della manifestazione. Ma d’assalto sono stati presi anche gli stand del cibo nostrano perché lo street food è semplice ma raffinato, non smette mai di sorprendere ed è fatto di pietanze sane, originali e veloci.

In trentamila hanno partecipato a queste giornate dedicate al gusto e alla qualità incontrando di persona chef e produttori. Tanti gli ospiti e le personalità che hanno fatto visita alla kermesse, a cominciare dal Principe Stephan capo della Casa Černetić, di Montenegro e Macedonia che ha insignito del titolo di “cavaliere”, con tanto di medaglia di merito, alcuni tra gli chef partecipanti. Tra loro anche il palermitano Nino il Ballerino. A portare i saluti e i ringraziamenti per la realizzazione della manifestazione anche il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore alle Attività Produttive del comune di Palermo Giovanna Marano.

1

 

Ma Palermo Food fest non è stato all’insegna solo del buon cibo ma anche del divertimento e dello spettacolo. La direzione artistica degli eventi è stata affidata al “Dorian Art” e a Radio Tivù Azzurra che ha trasmesso in diretta dalla Fiera tutte le sere gli spettacoli e i concerti che si sono susseguiti sul palco allestito all’interno della Fera. Ogni sera una band diversa, a cominciare dai Revolver, Giulia Catuogno, Francesco Vannini, i Roxy, i Diverbio, i Retrotrape, i Vocal Music, Giusy Sciortino, Good Company Tributo Queen, Radio Baccano, Mantropia e Mirko Ciulla con i Buskers. Ad animare le serate, dopo le performance delle band live, anche personaggi nazionali del mondo televisivo come le sorelle Donatella, il comico e attore Pippo Franco, la regina della musica dance degli anni ’90, Regina, il comico Alvaro Vitali, Alan Caligiuri de “Lo Zoo 105”, Roberto Ferrari di Radio Deejay e il duo dance italiano Paps’nskar che con la loro musica anni ’90 hanno fatto ballare il pubblico.

Si è chiusa dunque con soddisfazione e subito il desiderio di organizzare a breve la seconda edizione da parte di Medifiere, quest’avventura dedicata al cibo e alle tradizioni della nostra terra nella memoria e nel rispetto delle tradizioni e delle culture anche degli altri paesi del mondo.

Commenti