Mercato nero di legname: arrestato forestale 52enne, trovati in casa oltre 10 quintali di legna di provenienza illecita

Mercato nero di legname: arrestato forestale 52enne, trovati in casa oltre 10 quintali di legna di provenienza illecita

MESSINA – Il taglio degli alberi, un tempo considerato quasi fisiologico e necessario per assicurare sostentamento alle popolazioni indigenti, oggi si è trasformato in patologica attività illecita, finalizzata a ottenere profitti attraverso un fiorente mercato, in gran parte illegale e clandestino.

A riguardo, i carabinieri della compagnia di Sant’Agata di Militello hanno così arrestato R.A., operaio forestale trimestrale, 52enne di Frazzanò, per furto aggravato di legname in area demaniale.

L’arrestato è stato fermato mentre caricare sulla propria auto nove tronchi d’albero appena tagliati sulle sponde del torrente Zappulla.

I militari hanno così perquisito l’abitazione dell’uomo, dove hanno ritrovato oltre 10 quintali di legnami di provenienza illecita. Il tutto è stato sequestrato e l’uomo è stato arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari, con obbligo di soggiorno nel comune di residenza del 52enne.

Commenti