Tragedia di Gravina di Catania, è Paolo Grassidonio la vittima della furia del maltempo: vani i soccorsi

Tragedia di Gravina di Catania, è Paolo Grassidonio la vittima della furia del maltempo: vani i soccorsi

GRAVINA DI CATANIA – Ha un nome la vittima del violento nubifragio che si è verificato ieri a Catania e provincia: si tratta di Paolo Grassidonio, 53 anni, originario di Pedara.

L’uomo, secondo le prime informazioni, sarebbe stato travolto dall’enorme mole d’acqua che si era generata in strada probabilmente dopo essere sceso dall’auto che stava guidando.


La furia dell’alluvione non ha lasciato scampo e a nulla sarebbero valsi i tentativi di salvataggio da parte di altri automobilisti e soccorritori.

Sul posto sarebbe stato effettuato anche un disperato massaggio cardiaco da parte di un volontario della Misericordia, rivelatosi vano.

Si tratta della seconda vittima accertata del maltempo in Sicilia, dopo il ritrovamento del corpo del 67enne travolto dalla fiumana d’acqua a Scordia, sempre in provincia di Catania. La moglie, al momento, risulta ancora dispersa.

Immagine di repertorio