Stupro di gruppo in piazza Europa, chieste condanne per i 3 giovani indagati: ecco cosa rischiano

Stupro di gruppo in piazza Europa, chieste condanne per i 3 giovani indagati: ecco cosa rischiano

CATANIA – Il caso del presunto stupro di una 19enne americana avvenuto in piazza Europa, a Catania, il 15 marzo del 2019, prosegue il suo iter in tribunale. Sul tavolo degli imputati ci sono Roberto Mirabella, Salvatore Castrogiovanni e Agatino Spampinato, indagati per il reato di violenza sessuale di gruppo. La prima udienza si è svolta il 9 aprile 2019.


Il processo, con rito abbreviato, è ripartito oggi e le richieste del pubblico ministero, Valentina Botti, sono le seguenti: da 8 a 9 anni e 4 mesi di reclusione per i tre accusati e una pena più aspra per Agatino Spampinato, il quale è accusato anche di una seconda violenza sessuale nei confronti della stessa ragazza nel sottoscala dal palazzo nel quale era ospite.

Secondo quanto ricostruito, la 19enne sarebbe stata avvicinata dai tre accusati in un pub di via Teatro Massimo mentre era sola. Mirabella, Castrogiovanni e Spampinato avrebbero, secondo accusa e testimonianze, offerto dei drink alla ragazza, per poi portarla in macchina con una scusa. Da lì si sarebbero spostati in un luogo appartato nei pressi di piazza Europa e avrebbero compiuto lo stupro.


Non solo accuse, ma anche video registrati dagli stessi presunti aguzzini, messaggi e il racconto della vittima. Altre prove contro i tre accusati riguarderebbero alcuni presunti audio che la 19enne avrebbe inviato a un amico per chiedere aiuto insieme alla posizione localizzata dal Gps. “Ridevano mentre chiedevo loro di smetterla“, il racconto della 19enne americana ai carabinieri. La prossima udienza sarebbe fissata per il 5 novembre.

Immagine di repertorio