Operazione antiabusivismo alla Vucciria

Operazione antiabusivismo alla Vucciria

Operazione antiabusivismo alla Vucciria

PALERMO – Operazione interforze contro l’abusivismo e la movida sregolata alla Vucciria di Palermo. Sono state elevate sanzioni per 30mila euro e ai controlli hanno preso parte polizia, carabinieri, vigili urbani, ispettorato del lavoro, l’Asp, il personale della Siae e dell’Enel.


Sono state scandagliate, la scorsa notte, le piazze Garraffello e Caracciolo, nonché via Maccheronai, via Cassari e via Chiavettieri. Il lavoro nero si conferma una piaga diffusa: durante i controlli sono emersi sei dipendenti non assunti regolarmente e in un locale su quattro dipendenti solo uno aveva un regolare contratto.


Per i titolari dei locali sono arrivati pesanti verbali: sanzioni amministrative da 3.900 euro unitamente a 195 euro per ogni giorno lavorativo di ciascun dipendente non assunto regolarmente. Inoltre i titolari subiranno un’ulteriore sanzione per l’omessa consegna del contratto e della busta paga.

Mentre per il locale dove solo un dipendente su quattro era in regola è stata disposta la sospensione dell’attività fino alla regolarizzazione della posizione lavorativa.

Sono state accertate anche violazioni sulla legge del diritto d’autore: addirittura in un locale era in svolgimento un concerto senza alcuna autorizzazione. Gli uomini delle forze dell’ordine hanno elevato multe per l’occupazione di suolo pubblico da parte di due esercenti. Per loro multe da 168 euro.

Altra piaga finita nel mirino dei controlli è quella degli allacci abusivi. I controlli, effettuati con l’ausilio dei tecnici dell’Enel, hanno fatto emergere delle irregolarità e una persona è risultata allacciata abusivamente.

Complessivamente durante la serata sono state controllate 18 persone e 5 soggetti sottoposti a misure cautelari.