Inchiesta su Girgenti Acque, chiesto rinvio a giudizio per 47 indagati: tutti i NOMI

Inchiesta su Girgenti Acque, chiesto rinvio a giudizio per 47 indagati: tutti i NOMI

AGRIGENTO – Chiesto al G.I.P. del Tribunale di Agrigento il rinvio a giudizio di 47 soggetti finiti al centro dell’inchiesta “Waterloo” su Girgenti Acque, che per anni gestiva il servizio idrico in provincia di Agrigento con a capo Marco Campione.

L’attività di indagine è durata oltre 4 anni ed è culminata il 23 giugno scorso con l’emissione del fermo per 8 componenti del consiglio di amministrazione e dirigenti di Girgenti Acque.


Il provvedimento, però, non ha superato il vaglio del Tribunale del Riesame e tutti gli indagati sono stati scarcerati. Il G.I.P. Francesco Provenzano, infatti, non l’ha convalidato.

Tra i nomi, Marco Campione (membro direttivo), imprenditori, giornalisti, professionisti, politici, funzionari. Figurano anche il presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè e il deputato di Italia Viva Francesco Scoma.

Le accuse, a vario titolo, sono associazione a delinquere finalizzata alla commissione di delitti contro la Pubblica Amministrazione, corruzione, frode in pubbliche forniture, furto, ricettazione, reati tributari, societari e in materia ambientale. Richiesta di archiviazione, invece, per altre 60 persone circa inizialmente indagate.

I nomi

Chiesto, quindi, il rinvio a giudizio per i seguenti soggetti:

  • Marco Campione, 60 anni, ex presidente di Girgenti Acque;
  • Pietro Arnone, 58 anni, amministratore unico di Hydortecne;
  • Salvatore Aiola (ex brigadiere Nucleo Radiomobile Compagnia di Agrigento);
  • Silvio Apostoli (intermediario per l’acquisto dei contatori idrici in Cina);
  • Pio Giovanni Avanzato (funzionario Arpa);
  • Bernardo Barone (Direttore tecnico programmazione Ato);
  • Francesco Barrovecchio, 61 anni, responsabile tecnico Hydortecne;
  • Alfonso Bugea (giornalista);
  • Michele Calvello (manager Deloitte&Touche spa);
  • Piero Cutaia, 51anni (direttore amministrativo di Girgenti Acque);
  • Michele Campione (in qualità di amministratore delegato Giuseppe Campione spa);
  • Igino Della Volpe, 63 anni (membro del consiglio di amministrazione di Girgenti Acque);
  • Nicola Diomede (ex Prefetto di Agrigento);
  • Eugenio D’Orsi (ex presidente Provincia di Agrigento);
  • Salvatore Gabriele (uomo politico e membro cda);
  • Gerlando Gibilaro (ex consigliere comunale di Agrigento);
  • Diego Galluzzo (membro cda Girgenti Acque e Hydortecne);
  • Luigi Giambra;
  • Giuseppe Giuffrida (ex consigliere comunale di Cattolica Eraclea);
  • Giuseppe Giuffrida (ex dirigente Girgenti Acque);
  • Salvatore Fanara (membro cda Girgenti Acque e Hydortecne);
  • Ignazio La Porta (membro collegio sindacale);
  • Francesco Paolo Lupo (dirigente della Soprintendenza Beni Culturali Agrigento);
  • Claudio Lusa (responsabile team Deloitte&Touche spa);
  • Francesco Macina (senior team Deloitte&Touche spa);
  • Giuseppe Maragliano (dirigente Arpa);
  • Gianfranco Miccichè (presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana);
  • Giuseppe Milano (direttore tecnico amministrativo AG9);
  • Salvatore Montana Lampo (direttore Arpa Agrigento);
  • Giovanni Nicolosi;
  • Alberto Paderni (senior team Deloitte&Touche spa);
  • Calogero Patti;
  • Gerlando Piparo (funzionario ex provincia Agrigento);
  • Giovanni Pitruzzella (presidente Autorità garante della concorrenza e del mercato);
  • Gian Domenico Ponzo (direttore generale);
  • Fulvio Riccio (consulente a contratto dell’Autorità d’Ambito Ottimale della Provincia di Agrigento);
  • Giancarlo Rosato;
  • Calogero Sala;
  • Maria Patrizia Scimecca (dirigente Arpa);
  • Francesco Scoma (deputato nazionale Italia Viva);
  • Pietro Sorci (membro collegio sindacale);
  • Carlo Sorci (presidente collegio sindacale Girgenti Acque);
  • Maria Terrana (dipendente Girgenti Acque);
  • Michele Termini (membro consiglio amministrazione);
  • Giorgio Vetro;
  • Roberto Violante (ex comandante  della stazione Carabinieri di Realmonte);
  • Salvatore Vita (dipendente Girgenti Acque).