Ognina, dopo lo squalo Mako pescato un calamaro di 16 chili e mezzo

Ognina, dopo lo squalo Mako pescato un calamaro di 16 chili e mezzo

Ognina, dopo lo squalo Mako pescato un calamaro di 16 chili e mezzo

CATANIA – A Catania ciò che è immaginazione diventa realtà. Nella città ai piedi dell’Etna tutto è possibile, persino trovare pesce con un peso e una grandezza esagerata.


Protagonista di quanto accaduto nelle scorse ore è l’antico borgo marinaro di Ognina. Alle prime luci dell’alba è stato pescato un calamaro di ben 16 chili e mezzo. È quanto accennato su Facebook da Luciano, un pescatore del luogo.

Il mollusco è stato “catturato” proprio nel golfo di Ognina, dove poi sarebbe rimasto in esposizione fino alla vendita. Una notizia che ha suscitato clamore tra gli utenti.


Del resto non capita tutti i giorni di ritrovarsi davanti a un pesce di tale portata. Ma bisogna anche ammettere che non è la prima volta che i catanesi assistano a uno spettacolo del genere.

A tal proposito, qualche mese fa si è verificato un episodio simile. Era il 28 maggio quando un esemplare di squalo Mako è stato pescato nel porticciolo di Ognina. Quattro metri e oltre 700 chili di una specie poco diffusa nel mar Mediterraneo hanno lasciato senza parole i pescatori. L’accaduto ai tempi suscitò diverse discussioni tra favorevoli e contrari all’uccisione dell’animale.

Inoltre dall’episodio sono emerse delle conseguenze a livello legale, portando alla denuncia del responsabile di tale atto.

Fonte foto: Facebook, Pesce da Luciano