Pachino, arrestato condomino “terrore” del vicinato

Pachino, arrestato condomino “terrore” del vicinato

PACHINO – A Pachino i carabinieri hanno tratto in arresto Corrado Midolo, 50 anni, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di atti persecutori e violenza privata.

I carabinieri, allertati dalle chiamate al numero di emergenza, sono intervenuti in un complesso condominiale al centro di Pachino dove era stata segnalata l’ennesima lite tra l’arrestato e i vicini. 

L’uomo non si era mai attenuto alle norme di buon vicinato: spesso facendo rumori molesti a tutte le ore del giorno e della notte; alla minima disattenzione di un vicino che, ad esempio, passava l’aspirapolvere nel primo pomeriggio, l’uomo non perdeva occasione per fare polemica arrivando talvolta alle mani.

Per tali motivi diversi condomini avevano già presentato denunce nei suoi confronti. Nonostante ciò, l’uomo non solo ha perseverato nei suoi comportamenti, ma li ha ulteriormente aggravati: minacciando i vicini ripetutamente per fargli ritirare le querele sporte nei suoi confronti e danneggiando senza alcun motivo i vasi collocati in una zona verde comune nonché il portone di ingresso e le inferriate dello stabile.

Una vera e propria condotta persecutoria, finalizzata ad intimorire i vicini per far loro tollerare il suo stile di vita e ritirare le querele già sporte.

A seguito dell’udienza di convalida dell’arresto, il Giudice per le indagini preliminari ha convalidato l’arresto ed ha applicato nei suoi confronti la misura cautelare del divieto di avvicinamento alle persone offese.

Corrado Midolo, classe 1966

Commenti