Voto di scambio, in manette il deputato dell'Ars Pippo Gennuso

Voto di scambio, in manette il deputato dell’Ars Pippo Gennuso

Voto di scambio, in manette il deputato dell’Ars Pippo Gennuso

SIRACUSA – È stato arrestato ieri sera dai carabinieri del comando provinciale di Siracusa. Si tratta di Giuseppe, detto Pippo, Gennuso, 65enne originario di Rosolini, parlamentare regionale siciliano della lista di centrodestra Popolari ed Autonomisti.


L’uomo sarebbe accusato di voto di scambio, aggravato dal metodo mafioso. Il provvedimento, di arresti domiciliari, è stato emesso dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Catania su richiesta della direzione distrettuale antimafia del capoluogo etneo.

Pippo Gennuso è l’ennesimo caso di deputati dell’Ars finiti sotto inchiesta con l’accusa di reati elettorali. Nelle ultime elezioni aveva ottenuto nel collegio di Siracusa 6.567 preferenze.


Erano già diversi giorni che si sentiva parlare di lui. Nei giorni scorsi era stata chiesta l’archiviazione di un caso di tentata estorsione, che coinvolgeva quattro persone, ma il deputato figurava come parte lesa.

Invece, la scorsa settimana è stato messo in luce il presunto caso di malasanità che ha visto protagonista la moglie, Pinuccia Guccione, 60enne di Rosolini, morta lo scorso 13 dicembre all’ospedale Papardo di Messina.