Elezioni Comunali in Sicilia, i primi risultati definitivi: chi ha vinto e chi ha perso – I DATI

Elezioni Comunali in Sicilia, i primi risultati definitivi: chi ha vinto e chi ha perso – I DATI

SICILIA – Sono arrivati in queste ore i primi risultati definitivi delle Elezioni Comunali 2021 in programma in 42 località della Sicilia il 10 e l’11 ottobre.

L’affluenza alle urne è stata del 56,66%, percentuale in calo rispetto alla precedente tornata elettorale. Gli aventi diritto al voto erano 537.294, ma nelle cabine si sono presentati soltanto in 304.446.


I primi sindaci

Uno dei primi responsi ufficiali arrivati nel corso della giornata di ieri è stato quello proveniente da Caltagirone, dove Fabio Roccuzzo sostenuto dagli alleati PD-M5S riesce a sconfiggere Sergio Gruttadauria del centrodestra e vice dell’ex sindaco Gino Ioppolo.

Tra gli altri grandi Comuni siciliani al voto si segnala anche la possibile elezione a Vittoria (Ragusa) del 75enne ex Pci Francesco Aiello, già sindaco per ben 6 volte. Verso la riconferma della sindacatura il primo cittadino di Alcamo (Trapani), Domenico Surdi, sostenuto da centrosinistra e pentastellati. Dato per sconfitto, quindi, l’avversario di centrodestra Massimo Cassarà.

Senza appello il risultato proveniente da Noto, dove Corrado Figura è il nuovo sindaco con il 70% delle preferenze. Il suo avversario, Aldo Tiralongo, non riesce ad andare oltre il 20%. A Pachino il nuovo primo cittadino è Natalina Petralito. A Montevago c’è la riconferma di Margherita La Rocca Ruvolo come primo cittadino.

Primi ballottaggi

A Canicattì (Agrigento) Vincenzo Corbo è avanti sui diretti inseguitori Cesare Sciabarrà ed Ettore Di Ventura. Situazione simile a Porto Empedocle con Calogero Martello primo davanti a Calogero Lattuca e Salvatore Iacono. Ad Adrano (Catania) Carmelo Pellegriti è in testa, mentre il primo inseguitore Fabio Mancuso è staccato di 10 punti.

A San Cataldo la contesa elettorale si risolverà al ballottaggio tra Gioacchino Comparato e Claudio Vassallo. Anche a Lentini possibile ballottaggio tra Saverio Bosco, sindaco uscente, e il suo avversario Rosario Lo Faro.

Con e senza Quorum

A Gioiosa Marea l’unica candidata Tindara La Galia è riuscita a superare il quorum.  Per quanto riguarda San Cipirello – Comune sciolto per mafia – il voto è nullo a causa della bassa affluenza: per eleggere il sindaco sarebbe stato necessario registrare il dato del 50% più uno alle urne.

Per conoscere il risultato in diretta dello spoglio elettorale è possibile consultare il portale ufficiale della Regione Siciliana (clicca qui).

Immagine di repertorio