Vaccino Covid, Ue minaccia blocco export per AstraZeneca: caos ritardi, Sicilia coinvolta

Vaccino Covid, Ue minaccia blocco export per AstraZeneca: caos ritardi, Sicilia coinvolta

SICILIA – Riflettori puntati sul vaccino antiCovid. Proseguono le somministrazioni anche in Sicilia, dove al momento le dosi inoculate arrivato a quota 135.755, che rappresentano il 67,5%. Come riportato nell’ultimo aggiornamento di ieri sera in merito alle vaccinazioni, in Italia al momento il totale dei vaccini somministrati ammonta a 1.700.625.

Le ultime news sul vaccino AstraZeneca

Dopo Pfizer è prevista per oggi l’autorizzazione da parte dell’Ema (Agenzia europea dei medicinali) nei confronti del vaccino AstraZeneca. Ma non sembrerebbero mancare gli intoppi: in seguito ai ritardi annunciati dall’azienda britannica e se non dovessero essere rispettati i termini previsti dall’accordo, l’Ue starebbe pensando a un blocco dellexport mettendo in atto l’articolo 122 del Trattato (un’azione legale che si basa sul principio di garantire produzione e distribuzione in maniera efficace nel territorio europeo).


Vaccinazioni in ritardo in Sicilia: quando gli over 80?

Il calendario delle vaccinazioni, fissato inizialmente, subirà delle modifiche a causa dei ritardi annunciati dalle aziende Pfizer e AstraZeneca. Ritardi a cui corrisponderebbero azioni legali da parte dei vertici, come annunciato nei giorni scorsi dall’assessore alla Salute Sicilia Ruggero Razza.

Pfizer taglia la fornitura dei vaccini, la risposta di Razza per la Sicilia: “Appoggiamo l’azione legale”

Intanto attualmente le vaccinazioni sono concentrate sulla prima fase, quella riservata a tutto il personale impegnato nel settore della sanità, pazienti e operatori delle Rsa. Invece, per gli over 80, stando alle parole del viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri, la vaccinazione slitterebbe di circa quattro settimane arrivando probabilmente fino a marzo inoltrato (dato che la partenza sarebbe a fine febbraio). Di conseguenza, subirebbe un notevole posticipo anche la campagna per il resto della popolazione.

Immagine di repertorio