Coronavirus, tutta Italia in zona bianca tranne Valle d’Aosta: le nuove REGOLE in vigore da lunedì 21 giugno

Coronavirus, tutta Italia in zona bianca tranne Valle d’Aosta: le nuove REGOLE in vigore da lunedì 21 giugno

SICILIA – È ufficiale: da lunedì 21 giugno la Sicilia si aggiungerà alla lista delle Regioni in “zona bianca”. In verità, tutta l’Italia si colorerà di bianco, tranne la Valle d’Aosta, che rimarrà gialla.

Vediamo un po’ di fare chiarezza sulle nuove regole. Cosa è concesso e cosa no? Cosa cambierà? Ecco le risposte a tutte le vostre domande.


Coprifuoco

  • Vigerà ancora il coprifuoco da mezzanotte fino alle 5?

No, abolito il coprifuoco (anche in zona gialla, in realtà, da lunedì non è più previsto).

Mascherina

  • Si deve indossare la mascherina?

, sia al chiuso che all’aperto. Ancora non è stata prevista l’eliminazione del dispositivo individuale di protezione.

  • Ci sono eccezioni?

, non è previsto l’obbligo per:

    • bambini sotto i 6 anni di età;
    • persone che, per la loro invalidità o patologia, non possono indossare la mascherina;
    •  operatori o persone che, per assistere una persona esente dall’obbligo, non possono a loro volta indossare la mascherina (per esempio: chi debba interloquire nella L.I.S. con persona non udente).

Inoltre, non è obbligatoria, sia all’aperto e al chiuso:

    • mentre si effettua l’attività sportiva;
    • mentre si mangia o si beve, nei luoghi in cui è consentito;
    • quando si sta da soli o esclusivamente con i propri conviventi.

Ristoranti

  • C’è un limite massimo di persone ai tavoli?

No, non è più previso il limite di 6 persone per tavolo

  • Si può consumare all’interno?

, i ristoranti e le altre attività di ristorazione sono aperti ed è possibile consumare cibi e bevande al loro interno, senza limiti orari.

  • Ci sono limiti per l’asporto e il domicilio?

No, sono consentite senza restrizioni anche la vendita con asporto di cibi e bevande e la consegna a domicilio, che deve comunque avvenire nel rispetto delle norme sul confezionamento e sulla consegna dei prodotti.

Spostamenti

  • Quante persone massimo in auto?

Se non si è conviventi, a bordo di un’auto si può viaggiare in 3 ma non in 4.

  • Quali sono gli spostamenti consentiti in zona bianca?
    1. senza limiti relativi agli orari o ai motivi dello spostamento, verso altre località della zona bianca;
    2.  senza limiti di orario, verso tutto il territorio nazionale, se lo spostamento avviene per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute;
    3. verso località della zona gialla, senza doverne giustificare il motivo, nel rispetto delle specifiche restrizioni di orario previste per gli spostamenti in zona gialla e di quelle relative agli spostamenti verso le altre abitazioni private abitate;
    4. verso tutto il territorio nazionale, se la persona che si sposta è in possesso di una “certificazione verde COVID-19” valida, nel rispetto delle specifiche restrizioni di orario previste per gli spostamenti nella zona di destinazione;
    5. sempre consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.
  • Se un soggetto è in quarantena si può spostare?

No, divieto assoluto.

  • Per gli spostamenti è necessaria l’autocertificazione?

No, non è necessaria.

Riaperture

  • Cosa riapre?

Riaprono terme, centri benessere, piscine al chiuso, circoli culturali, sale scommesse e i bingo.

Discoteche

  • Si può andare in discoteca?

, ma non è possibile ballare. Via libera alle danze, invece, dal primo luglio se vi sarà l’ok del Cts.

Feste private/Ricevimenti

  • Si possono festeggiare eventi/compleanni?

a matrimoni, party, lauree, compleanni ma con dei limiti: obbligatorio il Green Pass e resta sempre vietato l’assembramento in casa e feste fuori dai protocolli anti-Covid.

Lavoro

  • Il datore di lavoro è tenuto a fornire la strumentazione necessaria per svolgere la prestazione in modalità agile?

No, se l’amministrazione pubblica o il datore di lavoro privato non può fornire la strumentazione necessaria, il lavoratore può comunque avvalersi dei propri supporti informatici per svolgere la prestazione lavorativa in modalità agile. Tuttavia, l’Amministrazione (o il datore di lavoro privato) è tenuta ad adottare le misure organizzative e gestionali atte ad agevolare lo svolgimento delle prestazioni lavorative in modalità agile.

  • È possibile attivare iniziative di aggiornamento e di formazione in modalità agile? 

, è possibile promuovere percorsi informativi e formativi in modalità agile a distanza.