Coronavirus, Sicilia zona gialla il 27 novembre? Le ipotesi sul nuovo DPCM per “salvare” il Natale

Coronavirus, Sicilia zona gialla il 27 novembre? Le ipotesi sul nuovo DPCM per “salvare” il Natale

SICILIA – Sebbene siano confermate al momento le disposizioni per la Sicilia e la zona arancione, per il prossimo DPCM – o anche prima – l’Isola potrebbe diventare zona gialla. Si dovrà, comunque, attendere il 27 novembre per una nuova comunicazione.


Tutto dipenderà dalla valutazione dei 21 parametri che stabiliscono dove inserire una data regione. Si tratta, al momento, soltanto di ipotesi ma non vi è alcuna certezza da parte del Governo.

L’indice Rt, tra l’altro, è in calo a livello nazionale, segno che le misure restrittive in atto nel nostro Paese stanno funzionando. Resta, comunque, sopra l’1 in ben 17 regioni.


Ancora in bilico le sorti di Veneto, Molise e Friuli Venezia Giulia: le prime due potrebbero essere inserite tra le aree arancioni, mentre per la terza si parla, addirittura, di zona rossa.

Come sarà il Natale 2020?

Ma cosa bisogna aspettarsi per Natale? Probabilmente, si avranno due fasi e un nuovo DPCM che, proprio il 3 dicembre, prevederà nuove regole, magari un rallentamento delle strette, prima di una chiusura generalizzata prevista o per il weekend del 19 o per il giorno prima della vigilia.

Con tutta probabilità, saranno delle festività insolite, con il divieto di cenoni in famiglia per evitare di diffondere i contagi a macchia d’olio più di quanto non stia già accadendo. Si andrà incontro a un Natale in famiglia – seppur in modo assolutamente ristretto – senza abbracci e con grandi raccomandazioni.

Il presidente del Consiglio Superiore di Sanità Franco Locatelli ha dichiarato ieri in conferenza stampa: “Quest’anno purtroppo abbiamo una situazione diversa, che non possiamo certamente pensare avrà delle eccezioni legate al Natale, perché vanificheremmo tutti gli sforzi di queste settimane“.