Pensa che l’emergenza sanitaria non esista e organizza festa: tutti contagiati, morta la suocera

Pensa che l’emergenza sanitaria non esista e organizza festa: tutti contagiati, morta la suocera

Un 43enne texano si sarebbe da sempre professato negazionista dell’emergenza sanitaria che sta coinvolgendo il mondo intero. E avrebbe agito di conseguenza.


Noncurante delle norme anti contagio, infatti, avrebbe organizzato una festa il 13 giugno che si sarebbe rivelata poi fatale. Nello specifico, tutti i presenti avrebbero contratto il virus – organizzatore incluso – e la suocera, tra le altre cose, sarebbe morta dopo il ricovero in ospedale.


Tony Green era convinto che tutto fosse una montatura ma poi avrebbe toccato con mano la verità e avrebbe raccontato i fatti al quotidiano Dallas Voice: in particolare, sarebbe stato trasportato in ospedale per difficoltà respiratorie, mentre per la suocera questo party sarebbe stato il segno della sua fine, decesso avvenuto l’11 luglio.



Ora il 43enne si sente in colpa, secondo quanto dichiarato, e lancia un appello che risuona ancora più potente: inciterebbe, infatti, tutti a pensare all’emergenza come una situazione reale ed estremamente contagiosa.