Tra arrivederci, commozione e “Ciao ciao… si va alle medie”, i saluti al “Fava” di Mascalucia

Tra arrivederci, commozione e “Ciao ciao… si va alle medie”, i saluti al “Fava” di Mascalucia

MASCALUCIA – Siamo già arrivati alla fine dell’anno scolastico, è il momento degli arrivederci fra genitori alunni ed insegnanti. Momenti di allegria, spensieratezza soprattutto per i bambini contentissimi di potersi riposare dalle fatiche didattiche. Momenti finali che diventano particolarmente unici e speciali per i bambini delle classi quinte, pronti ormai a spiccare il volo verso le classi superiori.

Dopo la conclusione del ciclo primaria che li ha accompagnati per ben cinque anni lungo la strada del crescere, del saper vivere, del saper apprendere, un arrivederci dato in modo emozionante attraverso manifestazioni, recite, canti e musiche, confermando in tal senso la messa in atto di un ultimo importantissimo momento di alto valore educativo in cui mostrare lo sviluppo della personale palestra emotiva fatta di performances di collaborazione, spirito di adattamento, rispetto della regole ma anche creatività e doti artistiche.



Ultima attività gestita nella comunità scolastica, accanto agli ormai “vecchi compagni della scuola elementare”. Momenti di saluti fatti di gioia immensa anche se non privi di qualche rimpianto nel dover salutare definitivamente compagni e maestri, vissuti anche al Circolo Didattico “Giuseppe Fava” di Mascalucia guidato dalla Dirigente Scolastica, professoressa Maria Gabriella Capodicasa.

Bellissima la manifestazione che ha accompagnato i saluti dei bambini della classe V A, che preparati dalle loro insegnanti, Nelly Sammartino, Giovanna Mazzarino, Giusi Battiato e Giusi Fazio hanno realizzato, presso la delegazione comunale di Massannunziata, lo spettacolo teatrale-musicale di Oreste De Santis dal titolo “Ciao Ciao… si va alle medie”.


Lo spettacolo che ha come protagonisti principali due ex compagni di scuola primaria i quali, dopo qualche anno, s’incontrano e si raccontano della loro vita, ha avuto lo scopo di voler mettere in evidenza, attraverso il racconto e il ricordo dei momenti più importanti vissuti insieme, di come i bambini possano riuscire a metabolizzare paure e ansie nel delicato periodo di passaggio dalla scuola primaria alla scuola secondaria di primo grado. Simile obiettivo rivolto alla scoperta delle emozioni quello perseguito dagli alunni delle classi V B e V C che guidati dalle insegnanti Lina Calì, Deborah ZaccariaValentina Pappalardo, hanno messo in scena la rappresentazione “Il Baule dei ricordi” .

Un baule speciale dove gli alunni protagonisti si interrogano sul cosa possa contenere; dopo averlo aperto, gli attori troveranno dentro conservati: ansie, paure, amicizie, ricordi, conoscenze. Emozioni queste che adeguatamente gestite hanno permesso loro di raggiungere il primo traguardo verso il nuovo cammino scolastico, conducendoli a costruire il proprio futuro STEP BY STEP.

Rivolto ai problemi dell’ambiente la rappresentazione finale che ha visto coinvolti i bambini delle classi V F e V G guidati dalle insegnanti Mariella Di Bella, Pinella Guarnera, Maria Carmela Di Mauro, Francesca Messina, Caterina Longo. La manifestazione dal titolo “Generazione… Ecologica” svoltasi nel teatro di Trecastagni, ha fatto propri i temi attraverso una fiaba ecologica riguardo la salvaguardia dell’ambiente partendo dalla narrazione riferita allo sciopero delle quattro stagioni.

I bambini, cimentandosi nelle varie interpretazione riconosciute nell’arte della drammatizzazione, hanno affrontato con bravura i temi relativi alla raccolta differenziata, a quello dei rifiuti, nonché l’utilizzo e l’importanza del riciclaggio. Interessantissimo e molto divertente il saluto finale scelto dagli alunni della classe V E, i quali guidati dall’insegnante Marinù Natoli hanno rappresentato l’opera teatrale “Civitoti in pretura” del grande autore siciliano Nino Martoglio. Una commedia, piccolo gioiello di comicità, in cui gli alunni hanno saputo esprimere egregiamente un affresco della Catania Popolare di fine ‘800, con ritorno alle radici nel recupero del dialetto.

All’insegna della gioia, della spensieratezza, anche se accompagnato dal risvolto educativo dedicato ai temi della natura e della salvaguardia degli animali, i saluti finali degli alunni della classe V D che insieme alle loro insegnanti, Stefania Scuderi, Gabriella AglianòMaria Concetta Margio, hanno vissuto un pomeriggio indimenticabile alla fattoria “La Faggiana” di Viagrande.

Dopo un interessantissimo percorso fatto insieme a personale qualificato che spiegava le caratteristiche degli animali presenti nella vasta collezione del luogo i bambini hanno poi partecipato a percorsi di gioco e attività ludiche concludendo con una appetitosa merenda consumata in allegria. Alla fine delle rappresentazioni, il Dirigente Scolastico ha ringraziato i presenti evidenziando l’impegno degli alunni, delle insegnanti e dei genitori, posto negli anni trascorsi insieme attraverso collaborazione fattiva e puntuale. Felicissimi i genitori che hanno applaudito e apprezzato la performance dei bambini in tutte le manifestazioni narrate.