Ritrovato a Palermo il pulmino rubato all’Associazione Medullolesi Spinali

Ritrovato a Palermo il pulmino rubato all’Associazione Medullolesi Spinali

PALERMO – Grazie a una segnalazione fatta al Comando della Compagnia dei carabinieri di Carini, è stato ritrovato in via Ferdinando Magellano il pulmino di proprietà dell’Associazione Siciliana Medullolesi Spinali. Il veicolo sarebbe stato rubato giovedì notte a Palermo.

La dichiarazione del presidente dell’associazione

“Probabilmente la grande risonanza mediatica avuta sulle numerose testate giornalistiche che hanno riportato la notizia del furto e le attività investigative delle Forze dell’Ordine, avranno indotto qualcuno a segnalare la presenza del mezzo in una strada poco transitata del Comune di Carini”. Questo è quanto afferma Giovanni Rotino, presidente dell’Associazione Siciliana Medullolesi spinali di Palermo.



“Purtroppo alla gioia per il ritrovamento del mezzo, abbiamo anche lo sconforto per avere constatato che il pulmino presenta alcuni danni che ancora dobbiamo quantificare. Speriamo, in tempi brevi, che il mezzo torni funzionante per assicurare l’importante servizio rivolto ai nostri utenti. Reitero la mia richiesta di aiuto alle istituzioni – conclude Rotino – per mettere al sicuro i nostri mezzi da possibili nuovi furti”.

Soddisfazione per il servizio vitale ai diversamente abili di Palermo

“Esprimiamo grande soddisfazione per il ritrovamento del pulmino che garantisce un servizio di vitale importanza per i diversamente abili che vivono a Palermo. Una bella notizia, soprattutto per i soggetti fragili che hanno bisogno di una maggiore attenzione da parte di tutti”, dichiarano all’unisono Toti Amato, presidente dell’Ordine dei Medici di Palermo, e Antonio Iacono consigliere dell’Omceo di Palermo, direttore del Trauma Center di Villa Sofia, oltre a responsabile scientifico del progetto riabilitativo.