Dalla furiosa lite alla sparatoria, convalidato l’arresto dello zio: 17enne ancora grave

Dalla furiosa lite alla sparatoria, convalidato l’arresto dello zio: 17enne ancora grave

BELMONTE MEZZAGNO – Arriva la convalida dell’arresto dell’uomo di 52 anni di Belmonte Mezzagno (in provincia di Palermo) coinvolto nella lite furiosa tra famiglie che ha portato al ferimento di un 17enne e del padre 44enne.

Il tutto sarebbe stato scaturito dal fatto che l’arrestato aveva notato la nipote appartata con il giovane. Andando su tutte le furie, avrebbe esploso dei colpi di pistola contro il 17enne e il padre.


Allo stato attuale, il 52enne è accusato di detenzioni di arma da fuoco con matricola abrasa e ricettazione. Durante le indagini e la perquisizione, infatti, l’arma (pistola calibro 22) sarebbe stata trovata nascosta in un albero dentro un sacchetto.

Il 17enne, al momento, si trova ancora ricoverato in Rianimazione all’ospedale Civico di Palermo. Il giovane sarebbe stato colpito a una gambabraccio e alla testa di striscio.

Il padre del minorenne, invece, è stato ferito alla gamba da un proiettile di rimbalzo. Al momento, fortunatamente, non sarebbe in pericolo di vita.

Foto di repertorio