Sparatoria nel Palermitano, peggiorano le condizioni del 17enne ferito

Sparatoria nel Palermitano, peggiorano le condizioni del 17enne ferito

BELMONTE MEZZAGNO – Arrivano aggiornamenti sulla sparatoria a seguito di una lite tra due nuclei familiari a Belmonte Mezzagno, in provincia di Palermo: le condizioni di uno dei feriti, un 17enne, si sono aggravate.

La lite tra le due famiglie sarebbe scoppiata dopo che un 52enne avrebbe sorpreso la nipote “appartatasi” insieme al giovane ferito. La discussione, in breve tempo, si è infiammata e il minorenne e il padre, 44 anni, sono stati feriti da colpi di pistola.


Ad avere la peggio è stato il giovane che è stato colpito a una gamba, braccio e alla testa di striscio. Quest’ultima ferita ha, purtroppo, reso necessario il ricovero del 17enne nel reparto di Rianimazione all’ospedale Civico di Palermo con la prognosi riservata. Le condizioni, intanto, sembrerebbero essersi aggravate.

Il padre del minorenne, invece, è stato ferito alla gamba da un proiettile di rimbalzo. Al momento, fortunatamente, non sarebbe in pericolo di vita.

Il 52enne, fratello del padre della ragazza, è stato fermato per detenzione illegale di un’arma clandestina e munizionamento dopo che i carabinieri hanno ritrovato una pistola calibro 22 e 10 proiettili. Il materiale sequestrato è stato inviato al laboratorio di investigazioni scientifiche per i test balistici.

La procura di Termini Imerese coordina le indagini.