Oltre 800 licenziamenti previsti alla Sirti: ieri corteo da piazza Roma alla Prefettura

Oltre 800 licenziamenti previsti alla Sirti: ieri corteo da piazza Roma alla Prefettura

CATANIA – Un corteo in pieno centro a Catania, da piazza Roma fino alla Prefettura in via Etnea, preannunciato qualche giorno fa, è stato fatto nella giornata di ieri dai lavoratori della Sirti, l’azienda che si occupa della realizzazione e della manutenzione di reti per telecomunicazioni.


Al centro del dibattito la decisione della proprietà di licenziare 833 dipendenti ritenuti in esubero su 3.962 in totale per tutti gli stabilimenti di Italia.


Presenti al corteo, oltre ai rappresentanti delle sigle sindacali Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm, anche lavoratori dell’azienda di Palermo e di Catanzaro.


La manifestazione si è chiusa con un incontro in Prefettura, nel corso del quale ha fatto sentire la sua voce il segretario nazionale della Uilm Catania, Michele Paliani.



La speranza è prima di tutto quella di bloccare gli esuberi, ma non solo. Nella giornata di oggi è previsto un incontro al Ministero per lo Sviluppo Economico e di questo ne dà conferma il segretario provinciale Uilm, Giuseppe Caramanna“Siamo giunti in Prefettura ieri alle 12 e abbiamo avuto un incontro nel quale sono state ascoltate le nostre istanze. Paliani ci ha informati dell’incontro di oggi al Mise con la proprietà, dove verrà chiesto di bloccare gli esuberi e di trovare una soluzione per far uscire i dipendenti senza mal di pancia”.

All’incontro sarà presente anche il sottosegretario, Giorgio Sorial, e si cercherà di trattare con l’azienda: “Noi ci contiamo e se non troviamo una soluzione che accontenta tutti non ci fermeremo”, ha concluso Caramanna.

Fonte immagine: Giuseppe Caramanna