“Fiaccolata del Ricordo”, in memoria della tragedia delle foibe

“Fiaccolata del Ricordo”, in memoria della tragedia delle foibe

CATANIA –Ancora una volta Catania ha dimostrato quanto tenga al ricordo di una pagina tremenda della nostra storia che molti continuano, vergognosamente, a ignorare o addirittura negare”.

Con queste parole Luigi Provini (presidente del C10F – CT) ha voluto sottolineare la massiccia partecipazione della città alla “Fiaccolata del Ricordo” tenutasi ieri pomeriggio nelle vie del centro catanese.

Ogni anno – continua Provini – è emozionante assistere al trasporto con cui alcune centinaia di persone si uniscono alla commemorazione dei martiri delle foibe e a quello del ricordo dei 350.000 esuli istriani e giuliano-dalmata. Venerdì è stato bellissimo; un corteo composto, ordinato e rispettoso ha reso omaggio a migliaia di italiani che la storia ha dimenticato. Certo, anche quest’anno, purtroppo c’è stata qualche nota dolente che ha macchiato la settimana del Ricordo. Mi riferisco agli spiacevoli fatti del liceo classico Cutelli e al comportamento della Preside che non ha voluto autorizzare, non ho ancora capito per quali ragioni, una mostra fotografica sul tema. Sono vicino ai ragazzi di Assalto Studentesco che hanno provato a celebrare, come anche la legge n.92 del 2004 invita a fare, la “Giornata del Ricordo”. Purtroppo hanno potuto soltanto provarci. Perché la Preside gli ha negato un’autorizzazione che doveva essere concessa. La scuola, non dimentichiamolo, è il primo centro di cultura e formazione: deve far conoscere tutta la storia. Quanto accaduto è intollerabile. Mi auguro si possa rimediare a questo imbarazzante autogol. Il Comitato 10 Febbraio – Catania si mette, nuovamente, a disposizione per far si che l’evento, di massima valenza storica, possa concretizzarsi. Tornando alle note liete della settimana mi sento di ringraziare, di vero cuore, quanti hanno voluto partecipare alle nostre attività. Un grazie particolare va alle forze dell’ordine che, come sempre, hanno garantito la nostra sicurezza. Infine un abbraccio voglio mandarlo a Luciano Catotti, ci ha fatto un regalo straordinario: il maxischermo di Piazza Università che copre (per responsabilità del Comune) la lapide dedicata ai Caduti si è illuminato per rendere onore ai nostri fratelli italiani. È stato un gesto meraviglioso che gli fa onore“.

Soddisfatto della riuscita della serata anche Antonio Scollo (coordinatore provinciale C10F – CT): “Sono felice per quanto abbiamo ancora una volta fatto. Le iniziative continueranno fino alla prossima settimana. Essere italiani è un privilegio, non una colpa“.

Commenti