Derubavano aziende ad Enna e provincia: arrestate 11 persone

Derubavano aziende ad Enna e provincia: arrestate 11 persone

ENNA – La polizia di Enna, conclusa l’operazione “Discovery 2“, ha eseguito 11 ordinanze di custodia cautelare. L’indagine, volta a scardinare una banda di malviventi dedita a reati quali estorsioni, rapine e danneggiamenti di vario genere, ha avuto inizio quando nell’Ennese sono stati denunciati dei furti ai danni di alcune imprese e di una pensionata residente nel circondario.

Seby Grasso, (27 anni e originario di Sant’Agata di Militello), almeno secondo quanto finora emerso dalle indagini, avrebbe avuto il ruolo di leader all’interno della banda. L’uomo a quanto pare utilizzava dei metodi particolarmente convincenti per soddisfare le sue esigenze o per rivendicare il suo onore: in passato ad esempio avrebbe addirittura arso vivo un cavallo e dato poi fuoco alla stalla dell’animale soltanto perché il padrone della bestia aveva osato insultare sua sorella. Seby Grasso inoltre si sarebbe introdotto nell’abitazione di un’anziana donna di Enna e, dopo averla legata e averle impedito di urlare imbavagliandola, l’avrebbe derubata di circa 15 mila euro tra denaro e preziosi custoditi in casa.

Cristian Modica (23 anni), Diego Giuliano (23 anni), Sebastiano Mirko Costa Cardone (23 anni), Samuel Mancia (22 anni), Emilio Calanni (26 anni), Sebastiano Foti (25 anni), Giuseppe Sotera (50 anni), Salvatore Barbera (46 anni) e Serafino Impellizzeri (45 anni) sono stati arrestati nel corso di queste ultime ore in quanto riconosciuti membri della banda di Seby Grasso.

Commenti