Catania, non c’è più tempo: SIGI tenta la mossa della disperazione. La Curva Sud: “Sbrigatevi”

Catania, non c’è più tempo: SIGI tenta la mossa della disperazione. La Curva Sud: “Sbrigatevi”

CATANIA –Tempus fugit“, scriveva Virgilio nelle sue “Georgiche”. Il tempo fugge inesorabile, appunto, per il Calcio Catania e i suoi tifosi che attendono di conoscere l’imminente futuro del club rossazzurro, ormai in macerie.

Dopo il fallimento decretato dal Tribunale di Catania lo scorso 22 dicembre e la fine della gloriosa matricola 11700, come da richiesta dei giudici la SIGI è ora obbligata a versare la somma di 660mila euro entro il 2 gennaio, pari al debito che il gruppo deve colmare nei confronti del club.


SIGI, manca l’intesa tra i soci

Si tratta di un passaggio fondamentale per poter proseguire l’esercizio provvisorio da parte dei curatori fallimentari e auspicare il tanto sospirato salvataggio del titolo sportivo che porterebbe alla vendita all’asta.

Nel corso di questi giorni sono state numerose le riunioni da parte dei soci per riuscire a racimolare il denaro necessario. La fumata bianca, finora, non è ancora arrivata. Malgrado le numerose e frenetiche interlocuzioni, infatti, sembrerebbero difficilmente sanabili le divergenze tra i membri.

La mossa della disperazione

Tra chi preferisce temporeggiare nella speranza di aiuti esterni (quali, di grazia?) e chi – probabilmente – sembra non “crederci” più, nelle ultime ore si sarebbe fatta strada una “bizzarra” ipotesi da “ultima spiaggia”.

SIGI, infatti, potrebbe decidere di presentare al Tribunale etneo soltanto 200mila euro, meno della metà della cifra richiesta. La seconda parte della somma potrebbe essere versata più avanti. Il Foro etneo accetterà? Difficile immaginare una clemenza maggiore di quella finora dimostrata.

Nel frattempo, si moltiplicano sui social network i commenti da parte dei tifosi rossazzurri. Mai come in questi giorni i sostenitori etnei si sono dimostrati “divisi” sull’argomento. “Bisogna smetterla con questo inutile accanimento terapeutico per questa matricola che non vale nulla economicamente“, scrive Luigimaria su Facebook insieme ai tanti supporters ormai rassegnati.

Gli ultras: “Non esisterà un altro Catania”

Ieri pomeriggio la Curva Sud del Catania tramite un comunicato ha rivolto un esplicito appello alla SIGI per onorare l’ultimo impegno ed evitare la definitiva cancellazione del club dell’elefante. “Pretendiamo che salviate il titolo sportivo e che lo facciate immediatamente, cosicché la storia possa continuare e dalle ceneri del vecchio Catania risorga il figlio che verrà tramandato ancora nel tempo“, si legge nella nota.

Non accetteremo – hanno precisato gli ultras – e mai tollereremo un’alternativa al Catania venuta fuori da titoli sportivi da altri paesi con la regia dei soliti avvoltoi di turno nei confronti dei quali ci opporremo con tutta la nostra forza“.

Fonte foto: calciocatania.it