Catania-Avellino, parla Michele Zeoli: “Più imprevedibili, Curado da valutare e Sturaro…”

Catania-Avellino, parla Michele Zeoli: “Più imprevedibili, Curado da valutare e Sturaro…”

CATANIA – Al Pacino nel filmOgni Maledetta domenica” inizia con un semplice e apparentemente timoroso “non so cosa dirvi davvero” ma finisce col fare uno dei discorsi motivazionali più iconici della storia del cinema.

Catania-Avellino per rompere le barriere del condizionale

Lottare duramente senza paura: è la metafora della vita. Il Catania domani dovrà inscenare una battaglia interna tra angeli e demoni che l’hanno accompagnato durante una stagione in continuo “up e down”.

Chiedetevi sempre se il gioco vale la candela

Sfidare l’Avellino non sarà semplice eppure il sogno è lì, silenzioso, protetto come non mai e pronto ad apparire quando meno te l’aspetti. Altro pienone, altra cornice di pubblico semplicemente meravigliosa come un loop senza fine.

Se il gioco vale veramente la candela allora è arrivato il momento di stringere i pugni e dimostrare di avere la forza di resistere anche alle fiamme più ardenti.



La conferenza stampa di mister Michele Zeoli

Arriviamo abbastanza bene all’incontro di domani sera, è chiaro che bisogna recuperare energie fisiche e nervose in fretta. Incontreremo una squadra con dei numeri notevoli, se vogliamo raggiungere la gloria in questa città dobbiamo superare ostacoli difficili come l’Avellino”.

“Play-off imprevedibili. Sturaro in panchina per sostenere i compagni”

I play-off sono imprevedibili, la prima partita in casa sarà fondamentale dal punto di vista dei cambi e del minutaggio. Stefano Sturaro prosegue nel percorso di recupero e darà manforte ai ragazzi dalla panchina, vedremo Curado nella rifinitura. Non ho voluto rischiare Di Carmine dal primo minuto contro l’Atalanta per dei problemi accusati in allenamento”.

“Mi aspetto qualcosa di diverso con la palla tra i piedi”

Mi aspetto qualcosa in più con la palla tra i piedi, bisogna alzare l’asticella e avere la voglia di affrontare ogni gara. Credo in questi ragazzi e noto dei miglioramenti rispetto agli scorsi mesi”.

“Tifosi ancora una volta meravigliosi, sono esperienze che rimangono”

I tifosi sono un qualcosa di fantastico, personalmente ho fantasticato su quanto visto sabato sera al Massimino. Si tratta di situazioni che ci porteremo dietro per tanto tempo. Il pubblico rossazzurro continua a vincere per distacco contro ogni squadra di questo girone e di altre categorie”.