Calcio Catania, baratro quasi certo: non bastano i soldi di SIGI. Nicolosi ago della bilancia

Calcio Catania, baratro quasi certo: non bastano i soldi di SIGI. Nicolosi ago della bilancia

CATANIA – Si assottigliano sempre più le speranze dei tifosi rossazzurri per quanto riguarda la prosecuzione dell’esercizio provvisorio e il futuro mantenimento del titolo sportivo del Calcio Catania.

In base alle ultime indiscrezioni diffuse dai colleghi de La Sicilia, infatti, i soci di SIGI avrebbero raccolto soltanto 148mila euro, somma troppo bassa per sperare che il Tribunale del capoluogo etneo possa concedere una particolare proroga alla “vita” del club.


Il gruppo, infatti, dovrebbe riuscire a racimolare 660mila euro entro la giornata del 2 gennaio, data nella quale scadrà l’ultimatum concesso dai giudici per permettere il saldo del debito di SIGI nei confronti del club catanese.

Ago della bilancia resta comunque Gaetano Nicolosi, socio di maggioranza dell’intero gruppo che ha rilevato il Catania nell’estate 2020. A conti fatti, Nicolosi dovrebbe immettere circa mezzo milione di euro in assenza di ulteriori aiuti interni o esterni.

Immagine di repertorio