Davide Gianmaria Aricò presenta il libro “Anima Mundi”

Davide Gianmaria Aricò presenta il libro “Anima Mundi”

CATANIA – Durante la serata dell’8 luglio scorso, all’anfiteatro insito al Monumento ai Caduti di Catania in via San Giovanni li Cuti, nel lungomare di Ognina, è avvenuta la presentazione del volume di poesie “Anima Mundi“, scritto dall’autore Davide Gianmaria Aricò.

Gli ospiti dell’evento

L’evento ha visto partecipare ospiti provenienti da molti settori disciplinari, che andassero dalla letteratura, dall’arte e dal giornalismo, personaggi prettamente di matrice locale: la storica dell’arte e direttrice del polo museale di “Belpasso Musei Eleonora Amato, la critica d’arte Barbarella Pulvirenti, il giornalista, filosofo e scrittore Giovanni Iozzia; sono intervenuti in qualità di relatori anche gli editori Margherita Guglielmino e Giuseppe Pennisi, l’attore Filippo Aricò, l’attrice Letizia Catarraso e l’autore stesso Davide Gianmaria Aricò, il quale ormai da vari decenni è attivo nello scrivere poesie (finora mai pubblicate), nel dipingere e anche nel suonare in qualità di musicista. Ha collaborato all’organizzazione dell’iniziativa anche l’architetto Renato Basile, curatore del monumento stesso in cui si trova l’anfiteatro.

I contenuti dello spettacolo

Il libro “Anima Mundi” è una collana di poesie che rispecchiano le sensazioni dell’autore stesso, dentro rime e versi scritti con una descrizione e dimensione della realtà immersa fra “evocazione e visualizzazione“; a spiegare ed introdurre le principali caratteristiche dell’autore ci ha pensato il giornalista Iozzia.



Grande spazio durante l’evento l’ha avuto il settore artistico, con gli interventi di Eleonora Amato e della critica d’arte Barbarella Pulvirenti. Quest’ultima nello specifico ha descritto anche un’altra delle peculiarità dello spettacolo: la litografia realizzata sempre da AricòLa Cuorgone“, testa di una gorgone o medusa, rivisitata in maniera pop, con degli occhiali al posto dei “temibili” occhi della creatura mitologica di origine greca.

Altro momento fondamentale dell’evento è stata la perfomance scenica dei due attori presenti alla destra dei relatori, Filippo AricòLetizia Catarraso, momento nel quale i due hanno interpretato svariate poesie facenti parte del libro stesso, con il pubblico presente emotivamente coinvolto.