Punti nascita in Sicilia, l’assessore Razza “difende” la Regione: “Sciacallaggio, non è colpa nostra”

Punti nascita in Sicilia, l’assessore Razza “difende” la Regione: “Sciacallaggio, non è colpa nostra”

CATANIA – Sono “sciacallaggio” per l’assessore alla Salute regionale Ruggero Razza le polemiche nate sui punti nascita in Sicilia a seguito della recente morte del neonato lungo l’autostrada A20 Messina-Palermo durante il trasporto in ospedale.

Il ‘braccio destro’ del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci è intervenuto stamattina a margine dell’inaugurazione del Pronto Soccorso dell’ospedale San Marco di Catania.


Razza ha ribadito che la responsabilità per la chiusura dei punti nascita nell’Isola non è della Regione. A tal proposito, la deroga per il punto nascita di Sant’Agata di Militello non sarebbe stata concessa dal Comitato del percorso nascita nazionale.

Nelle scorse ore, intanto, il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè, ha ribadito la necessità di rivedere la mappa dei punti nascita in Sicilia.

Immagine di repertorio