Lavoratori somministrati pronti allo sciopero, la denuncia di Lo Schiavo (Fast Confsal Sicilia)

Lavoratori somministrati pronti allo sciopero, la denuncia di Lo Schiavo (Fast Confsal Sicilia)

CATANIA – Arriva dal Segretario Regionale Fast Confsal Sicilia, Giovanni Lo Schiavo, una nota stampa in merito alla vertenza dei lavoratori somministrati che preannunciano uno sciopero a causa della puntualità sull’erogazione degli stipendi.

La nota stampa di Lo Schiavo

Dopo la riunione di ieri, convocata in videoconferenza dalla Prefettura di Palermo, riguardante la vertenza dei lavoratori somministrati che per conto della Temporary spa, prestano la propria attività lavorativa nell’Azienda Siciliana Trasporti (partecipata della Regione Siciliana), purtroppo, a nostro avviso, rimangono serie perplessità in merito alla puntuale erogazione degli stipendi.

Infatti, dopo il notevole ritardo dello scorso mese, abbiamo l’ impressione che anche per quello in corso, la retribuzione spettante agli oltre 200 lavoratori somministrati non venga corrisposta con la dovuta puntualità.

Tutto questo, da parte del sindacato non può essere tollerato e non trova giustificazione alcuna, tenuto conto peraltro che nella riunione di ieri, carte alla mano, il presidente e il direttore generale dell’Ast, hanno dato dimostrazione di essere in regola con quanto dovuto alla Temporary spa – agenzia per il lavoro.



Infatti, con mandato n. 606 del 12 ottobre 2022, da parte di Ast spa è stato effettuato un bonifico di 579.905,05 euro con beneficiario proprio Temporary spa agenzia per il lavoro.

Ecco perché non possono essere ammessi ulteriori ritardi degli stipendi, caso contrario, atteso che il verbale di riunione si è concluso con esito negativo, prossima settimana, la nostra Organizzazione Sindacale proclamerà lo sciopero dei lavoratori in somministrazione con tempi e modalità stabilite dalla vigente normativa di riferimento che regolamenta il diritto allo sciopero nei servizi pubblici essenziali.

Vogliamo ricordare infine all’opinione pubblica e al prossimo governo regionale che grazie agli oltre 200 lavoratori somministrati (la maggior parte autisti e la restante parte operatori di manutenzione nelle officine), insieme ai dipendenti della partecipata, con professionalità, abnegazione e senso di appartenenza, contribuiscono giornalmente a tenere in vita l’Ast spa e con essa, garantiscono, il Tpl in Sicilia“.

In foto Giovanni Lo Schiavo