“I Cioccolatini della Ricerca”: la Fondazione Airc in piazza per la prevenzione

“I Cioccolatini della Ricerca”: la Fondazione Airc in piazza per la prevenzione

CATANIA – La Fondazione Airc in buona parte del territorio provinciale di Catania, ha organizzato “I Cioccolattini della Ricerca“, iniziativa territoriale su scala nazionale, che per mezzo della vendita di cioccolatini, porta un contributo alla ricerca scientifica con lo scopo di contrastare il cancro.

Un gazebo della delegazione Airc situato dinanzi la Parrocchia Cristo Re di corso Italia a Catania

L’iniziativa in piazza di Airc

La “Fondazione AIRC per la Ricerca sul Cancro ETS” lavora su tutto il territorio nazionale italiano con numerose iniziative durante l’anno, fra cui quella organizzata ieri, tradizionalmente con cadenza annuale durante la prima metà del mese di novembre. I dati pervenuti sia sui volontari in campo, sia sui numeri incoraggianti da parte della ricerca, fanno comunque “stare vigili” gli addetti ai lavori, in quanto continuano ad esserci numeri preoccupanti riguardo le patologie alle seguenti parti del corpo umano: mammella, colon retto, polmoni, apparato genitale, tiroide, pancreas, linfomi, melanomi, stomaco, vescica ed anche altro ancora.



La delegazione Airc presente in piazza Giovanni Verga a Catania, con la presenza della delegata provinciale Barbara Giuffrida

Per quello che riguarda la provincia di Catania, la delegazione provinciale Airc ha strutturato nella mattina di ieri dei banchetti (solo nel capoluogo etneo sette postazioni) in ben dieci comuni, con i rispettivi volontari e delegati: Catania, Caltagirone, Mascalucia, San Giovanni la Punta, Tremestieri Etneo, Aci Castello, Trecastagni, Motta Sant’Anastasia, Valverde, Vizzini e Linguaglossa.

Intervista alla ricercatrice Nicoletta Brindani

Nicoletta Brindani, ricercatrice di Genova vicina al mondo di Airc, è venuta a Catania per sostenere la campagna “I Cioccolattini della Ricerca” a fianco della delegata provinciale per Catania Barbara Giuffrida: