Bianca, il ricordo della “Cavour”: “Ci hai lasciato con lo sgomento e il rammarico di non aver potuto fare di più”

Bianca, il ricordo della “Cavour”: “Ci hai lasciato con lo sgomento e il rammarico di non aver potuto fare di più”

CATANIA – Arriva dalla Dirigente Scolastica Maria Gabriella Capodicasa, e da tutto il personale docente e Ata dell’I.C. “C. B. Cavour” di Catania, un lungo messaggio di cordoglio per la piccola Bianca, spirata via a soli 12 anni a seguito di un arresto cardiaco che l’ha portata via.

L’ultimo saluto della Cavour in ricordo di Bianca

Alla piccola Bianca, Dolcissimo Angelo, ci hai lasciato con lo sgomento e il rammarico di non aver potuto fare di più per rimanere qui con noi. Sarà indelebile il ricordo dei tempestivi soccorsi da parte di tutti noi, la corsa in ospedale insieme alla speranza di poterti rivedere da lì a qualche giorno.
Non avremmo mai immaginato di trovarci a scrivere queste righe… È così difficile!
Sei andata via in silenzio, così come era tuo stile, riservato e garbato, ti ricorderemo sempre e rimarrai nei nostri cuori e nei cuori di tutta la comunità scolastica dell’I.C. ‘Cavour’. Solo la consapevolezza che, alzando gli occhi potremmo vederti lassù come un angelo a cui rivolgere le nostre preghiere, ci aiuterà ad affrontare questo momento doloroso e a darci pace“.


La ricostruzione, la donazione degli organi e i funerali

Bianca è stata vittima di un malore fatale sopraggiunto durante le lezioni lo scorso giovedì. A nulla è valsa la disperata corsa in ospedale, la cui ambulanza è stata scortata dagli agenti della Polizia di Stato. A nulla sono valse le preghiere, le speranze che potesse riprendersi e che la situazione non precipitasse del tutto. Invece l’assenza di ossigeno al cervello le ha causato un coma irreversibile. Da lì le ore di controllo da parte della Commissione medica che hanno poi stabilito la morte cerebrale della ragazzina.

Travolti dal dolore, i genitori – originari di Butera (proprio qui si terranno i funerali oggi pomeriggio) – hanno scelto di aiutare altre vite e donare gli organi della loro adorata bambina. Proprio ieri i suoi organi sono stati prelevati e suddivisi: il cuore e un rene all’ospedale di Padova, l’altro rene e il fegato all’ospedale Bambin Gesù di Roma. Le cornee, invece, sono state asportate nel tardo pomeriggio di ieri.

Oggi, appunto, l’ultimo saluto in provincia di Caltanissetta. Non solo Catania, dunque, piange la sua prematura scomparsa.