Primo “Memorial Daniele Cantale” ad Acireale, interviene anche la Polizia stradale

Primo “Memorial Daniele Cantale” ad Acireale, interviene anche la Polizia stradale

ACIREALE – È trascorso un anno dalla morte di Daniele Cantale, avvenuta la notte del 18 dicembre 2022 ad Acireale in corso Italia a causa di un incidente stradale che ha visto la sua moto scontrarsi contro un’auto che percorreva una strada a forte velocità e in controsenso.

Daniele era un ragazzo di 16 anni, pieno di vita, di amici e amatissimo dalla sua famiglia.

Primo “Memorial Daniele Cantale” ad Acireale

I genitori, decisi ad onorare la memoria del figlio, affinché nessuno riviva la drammatica esperienza da loro vissuta, hanno trasformato il dolore in azione organizzando una manifestazione sportiva, il primo Memorial Daniele Cantale, tenutosi nei giorni scorsi al PalaVolcan di Acireale, che ha riunito decine di ragazzi.



Le parole della dirigente di Polizia stradale

La manifestazione è stata occasione per veicolare e diffondere la cultura della legalità attraverso l’intervento del dirigente della sezione Polizia stradale di Catania, dott.ssa Sanfilippo, che si è rivolta a un pubblico di giovani attenti e coinvolti parlando dell’importanza del rispetto delle regole, fondamentale per garantire la sicurezza stradale è il senso di responsabilità con cui bisogna affrontare la strada, consapevoli che dalle nostre azioni  possono derivare conseguenze gravi per se stessi e per gli altri.

Velocità eccessiva e uso dei telefonini cause principali degli incidenti

Il dirigente ha anche ricordato che la maggior parte degli incidenti, spesso coinvolge i giovani, ed è determinata dalla distrazione alla guida che molte volte dipende dall’uso improprio del telefonini e in particolare dei social, oltre che dalla velocità eccessiva.