Mascalucia celebra la “Giornata Internazionale della Donna”

Mascalucia celebra la “Giornata Internazionale della Donna”

MASCALUCIA – Un’intensa conferenza con diversi momenti di riflessione e dibattito ha avuto luogo nell’auditorium comunale di Mascalucia in occasione della “Giornata Internazionale della Donna“.

La partecipazione delle scuole secondarie di primo grado di Mascalucia

L’evento coorganizzato dal comune con l’associazione “Giovani al centro“, col gratuito patrocinio della Presidenza dell’ARS, è stato coordinato dal consigliere comunale Matteo Genuardi.

Ha visto la partecipazione di un parterre di donne impegnate in diversi settori, che hanno parlato alla platea degli alunni delle scuole secondarie di primo gradoLeonardo Da Vinci”, “Giuseppe Fava” e “Federico di Svevia”.

Gli interventi del sindaco e del vicesindaco

In apertura dei lavori il sindaco Vincenzo Magra ha ringraziato l’amministrazione comunale e gli intervenuti. Ha posto l’accento sulla necessità di promuovere quotidianamente, soprattutto tra i giovani, il tema della parità e di contrastare le discriminazioni di genere che spesso sfociano in comportamenti violenti.

La centralità dei giovani nello sradicare le disparità è stata contestualmente ribadita anche nell’intervento del vicesindaco Angelo Caponnetto. Contestualmente ha portato i saluti del Presidente dell’ARS On. Gaetano Galvagno.

Promuovere la creazione di rifugi per donne vittime di violenza

A seguire, gli interventi delle relatrici. In primis l’Assessore del Comune di Catania alle Pari Opportunità Viviana Lombardo. Ha evidenziato come i casi di violenza e discriminazione siano rinvenibili omogeneamente all’interno della società, sottolineando come nell’ambito dell’impegno istituzionale stia promuovendo la creazione di rifugi per donne vittime di soprusi.

Cosa fare in caso di denuncia

Contrasto e prevenzione al centro del contributo del Vice Questore Aggiunto della Questura di Catania Grazia Pennisi. Ha delineato gli interventi previsti in caso di denuncia, ricordando contestualmente l’importanza del numero 1522 per segnalare casi di violenza, oltre l’utilizzo dell’app youpol.

L’intervento della dirigento scolastica dell’Istituto Leonardo Da Vinci

La dirigente scolastica dell’Istituto Leonardo Da Vinci, Concetta D’Amico, ha sottolineato il valore dell’operato delle scuole nell’instaurare sinergie con le Forze dell’Ordine e le istituzioni per diffondere iniziative e progetti volti a sensibilizzare i giovani sull’importanza della parità di genere e sulla lotta alle discriminazioni presenti nella società in vari settori.



Il Comitato Pari Opportunità dell’Ordine degli Avvocati di Catania

Questo tema è al centro dell’agenda del Comitato Pari Opportunità dell’Ordine degli Avvocati di Catania, rappresentato dall’avvocatessa Katia Germanà, promotrice della nascita del comitato e fautrice di diverse iniziative nelle scuole e all’interno dell’ordine degli avvocati per promuovere la parità e l’uguaglianza sostanziale nella professione forense.

Promuovere la parità: la dichiarazione della referente dell’associazione Thamaia

Carmen Bosco, referente dell’associazione Thamaia, ha evidenziato l’importanza di operare per promuovere la parità e l’emancipazione femminile, la solidarietà tra donne e una sana educazione sentimentale.

Questo coinvolge cambiamenti nel linguaggio quotidiano, lo sfatare luoghi comuni e stereotipi di genere, e l’operare per stigmatizzare i comportamenti disfunzionali spesso attuati da alcuni uomini.

Costruire un mondo libero dalle discriminazioni

Antonella Carta, docente e scrittrice, autrice del libro “Come una pianta che spacca il cemento”, ha affrontato il tema della resilienza femminile e delle storie di donne che affrontano difficoltà e lottano per affermare se stesse.

Giulia Carmeni, ingegnere e madre, ha parlato dell’affermazione professionale e personale, della consapevolezza contro le disparità, incoraggiando le giovani alunne a muovere piccoli e incessanti passi per costruire un mondo migliore libero da discriminazioni e ostacoli spesso incontrati dalle donne.

Il reporto 2023 del Global Gender Gap: si prevedono 132 per raggiungere la parità di genere

Infine, Rachele Sciascio, studentessa e vicepresidente del comitato studentesco del liceo “Concetto Marchesi” di Mascalucia, ha evidenziato la gravità della proiezione del report 2023 del Global Gender Gap stilato dal World Economic Forum, che prevede 132 anni per raggiungere la parità tra uomo e donna. Ha fatto un appello affinché si operi per sanare questa grave disparità, ponendo l’accento sull’affermazione e la libertà individuali.

Il dibattito degli studenti

Gli interventi delle relatrici hanno dato il via a un intenso question time, con diverse domande poste dagli studenti presenti in sala, moderato dal Presidente dell’Associazione “Giovani Al Centro” Gianfranco Nolis, dal VicePresidente Emanuele Spalanga e dal Rappresentante di Istituto del Liceo “Concetto Marchesi” Angelo Alberti.

Infine, è stato omaggiato il pubblico con dei bouquet di mimose, fiore tradizionalmente legato alle celebrazioni dell’8 marzo.