Aumentano i positivi a scuola, finisce l'insegnamento in presenza e ricomincia la DAD: "Troppi docenti in isolamento"

Aumentano i positivi a scuola, finisce l’insegnamento in presenza e ricomincia la DAD: “Troppi docenti in isolamento”

Aumentano i positivi a scuola, finisce l’insegnamento in presenza e ricomincia la DAD: “Troppi docenti in isolamento”

PALERMO – Dopo il primo studente positivo in una scuola media di corso Calatafimi a Palermo, un nuovo soggetto sarebbe risultato positivo al contagio all’interno dello stesso istituto.


A comunicarlo sarebbe stato il Dirigente Scolastico della scuola, l’educandato statale Maria Adelaide, attraverso una circolare con cui ufficialmente la scuola si sarebbe “arresa” alla didattica a distanza.


“Date le difficoltà organizzative legate allo stato di isolamento domiciliare obbligatorio di un cospicuo gruppo di docenti della scuola secondaria di primo grado, nell’impossibilità di gestire, anche in modalità mista, le attività didattiche programmate, a partire da domani, per un periodo di due settimane (da lunedì 28 settembre 2020 a sabato 10 ottobre 2020), e comunque per il tempo strettamente necessario, si procederà con l’attivazione della didattica integrata a distanza per tutte le classi della scuola secondaria di I grado”, così recita l’avviso.

Dopo la scoperta del primo positivo, i locali erano stati sanificati e la scuola aveva riaperto poco dopo, mentre i professori e gli alunni entrati in contatto col soggetto pare fossero stati costretti a isolamento domiciliare, impedendo così lo svolgimento delle lezioni in presenza.

Immagine di repertorio