Covid in Italia, non si ferma la corsa dei contagi: oltre 19mila casi registrati in 24 ore – DATI

Covid in Italia, non si ferma la corsa dei contagi: oltre 19mila casi registrati in 24 ore – DATI

Il Ministero della Salute della Repubblica Italiana ha diffuso tramite il portale dedicato all’emergenza sanitaria (disponibile qui) i dati relativi all’andamento dei contagi da Coronavirus a livello nazionale.


Continua a salire, purtroppo, la curva dei contagi: sono in tutto 19.143 i casi registrati nelle ultime 24 ore (484.869 in totale). Gli attuali positivi sono invece 186.002 (+16.700 rispetto a ieri). Di questi, 174.404 si trovano in isolamento domiciliare, 10.549 ricoverati con sintomi e 1.049 in Terapia Intensiva. I tamponi eseguiti sono stati 182.032.

Sono 2.352 in più rispetto a ieri le persone dimesse/guarite (totale da inizio pandemia: 261.808). I decessi registrati nelle ultime 24 ore sono 91.


Coronavirus, bollettino del 23 ottobre

Di seguito i dati per le singole regioni italiane. Il primo dato indica il totale dei casi, il secondo gli attuali positivi e il terzo l’incremento rispetto alla giornata precedente. Per maggiori dettagli relativi a tamponi eseguiti, ricoveri, guariti e decessi si rimanda all’aggiornamento storico del Ministero della Salute (disponibile qui).

Lombardia: 143.645 (37.950) (+4.916);

Piemonte: 51.700 (16.462) (+2.032);

Emilia-Romagna: 44.365 (12.514) (+888);

Veneto: 41.140 (14.034) (+1.550);

Campania: 34.305 (24.635) (+2.280);

Lazio: 31.010 (19.821) (+1.389);

Toscana: 27.901 (14.374) (+1.290);

Liguria: 21.359 (5.469) (+778);

Sicilia: 15.316 (9.136) (+730) – clicca qui per il bollettino regionale;

Puglia: 13.400 (6.828) (+590);

Marche: 10.645 (3.049) (+453);

Provincia Autonoma Trento: 7.526 (1.129) (+207);

Friuli Venezia Giulia: 7.415 (2.477) (+340);

Abruzzo: 7.325 (3.529) (+234);

Sardegna: 7.235 (4.286) (+349);

Umbria: 6.307 (3.630) (+447);

Provincia Autonoma Bolzano: 5.818 (2.582) (+269);

Calabria: 3.445 (1.695) (+159);

Valle d’Aosta: 2.316 (1.001) (+97);

Basilicata: 1.570 (907) (+89);

Molise: 1.126 (494) (+56).

Note

Oggi non sono state aggiunte note dalle singole Regioni italiane in relazione al conteggio dati. Tuttavia, dopo il Dpcm del 18 ottobre, sempre più territori italiani starebbero adottato misure restrittive per limitare l’aumento di contagi: dal coprifuoco imposto in Lombardia, Campania e Lazio (e presto in arrivo anche in Piemonte e Sardegna) all’istituzione di nuove zone rosse nelle aree considerate più a rischio.

Misura, quest’ultima, applicata anche in Sicilia con l’istituzione di 5 zone rosse: Sambuca di Sicilia, Randazzo, Mezzojuso, Galati Mamertino e Torretta. Il presidente della Regione, Nello Musumeci, non esclude nuovi provvedimenti locali, mentre a livello nazionale si teme un nuovo lockdown, nonostante, come ha chiarito il premier Conte, la situazione sembri diversa rispetto a marzo.

Immagine di repertorio