I.C. "Nazario Sauro-Papa Giovanni XXIII" di Catania senza banchi, lavagne e aule agibili. Genitori sul piede di guerra

I.C. “Nazario Sauro-Papa Giovanni XXIII” di Catania senza banchi, lavagne e aule agibili. Genitori sul piede di guerra

I.C. “Nazario Sauro-Papa Giovanni XXIII” di Catania senza banchi, lavagne e aule agibili. Genitori sul piede di guerra

CATANIA – La riapertura delle scuole, dopo l’emergenza sanitaria ancora in atto nel nostro paese, ha generato anche i primi malumori perché, in alcuni istituti, non sembra essere gestita al meglio la situazione.


Direttamente alla nostra redazione ci è arrivata la segnalazione di più genitori che stanno assistendo a scene fuori dal normale. La scuola al centro del mirino è l’Istituto Comprensivo “Nazario Sauro-Papa Giovanni XXIII” del capoluogo etneo, dove si lamenta in primis la mancanza di aule adeguate per il regolare svolgimento dell’attività didattica.


Nello specifico, i bambini, anziché in classe, sarebbero stati fatti entrare in palestra e negli spogliatoi. Non si sa nemmeno se la palestra sia agibile oppure no.

I genitori, tra l’altro, segnalano l’assenza totale di risposte concrete, nonostante le sollecitazioni, da parte del Dirigente Scolastico. Il problema è generalizzato in tutto il plesso, sia medie che elementari, con ragazzi e bambini dislocati alla meno peggio in locali di dubbia agibilità e senza alcun tipo di supporto didattico (non hanno banchi, lavagne, etc.).

A tal proposito, per protesta, i genitori hanno deciso di non far accedere agli edifici i bambini delle classi elementari. “Desideriamo essere ascoltati e mandare i nostri figli in sicurezza“, concludono.