Studenti pendolari a rischio contagio nel Catanese, sindaco scrive a De Micheli e Falcone: “Soglia di capienza da rivedere”

Studenti pendolari a rischio contagio nel Catanese, sindaco scrive a De Micheli e Falcone: “Soglia di capienza da rivedere”

CASTIGLIONE DI SICILIA – Studenti pendolari nella zona etnea a grave rischio di contagio Covid-19 a Castiglione di Sicilia, nel Catanese.


A sollevare il caso è il sindaco Antonio Camarda, che ha scritto al ministro per le Infrastrutture e Trasporti Paola De Micheli e all’assessore regionale Marco Falcone.

“Un problema che riguarda tutti gli studenti del comprensorio etneo, costretti a spostarsi ogni mattina verso Giarre-Riposto, Randazzo o altri centri sedi di istituti scolastici superiori, a volte con tempi di percorrenza superiore ai 50 minuti”, spiega il primo cittadino.


“Chiedo che venga rivista la soglia di capienza massima consentita sui mezzi di trasporto. Sugli autobus, dove i sedili sono a doppia fila succede che gli studenti viaggiano uno accanto all’altro. Qui, a differenze delle aree metropolitane, non ci sono servizi di trasporto adeguati, ci sono poche corse e mancano i servizi alternativi”, scrive in sintesi il sindaco Antonio Camarda.

“Malgrado i parametri fissati nei Dpcm vigenti non risulta poi semplice l’applicazione sui mezzi di trasporto come gli autobus, e ciò crea maggiori possibilità di contagio. Sono zone, queste, già servite da poche corse quotidiane ma, disservizi a parte, adesso il rischio è che aumentino le probabilità di contagio.

L’appello è stato inviato al ministro e alla Regione, con l’invito a verificare la problematica e ad adottare soluzioni adeguate.

Immagine di repertorio